Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Comune di Salò resta favorevole a Mussolini, cittadinanza onoraria resta

© AP PhotoBenito Mussolini
Benito Mussolini - Sputnik Italia
Seguici su
Il Comune di Salò resta di Mussolini, il consiglio comunale non revoca la cittadinanza onoraria al Duce. Una maggioranza politica schiacciante segna la storia del piccolo comune italiano.

Ieri sera un municipio di Salò blindato dalle forze dell’ordine ha fatto i conti con la sua storia passata ed ha deciso di rimanergli attaccata. Benito Mussolini, che a Salò ricevette la cittadinanza onoraria nel 1924 (96 anni fa), resterà cittadino onorario.

Alcuni consiglieri del Comune di Salò (partito Futura) avevano presentato una mozione per abolire la cittadinanza al Duce, ma la mozione è risultata essere solo simbolica perché i consiglieri della maggioranza hanno votato compatti contro la mozione che è stata battuta 14 a 3.

I funerali dei prigionieri di Auschwitz, il 1 febbraio del 1945 - Sputnik Italia
Eurispes, il 15% italiani nega la Shoah
Con una maggioranza schiacciante, quindi, il Comune di Salò lascia la cittadinanza onoraria a Benito Mussolini assegnatagli il 23 maggio del 1924 dal commissario prefettizio Salvatore Punzo, che aveva preso il posto del sindaco dopo l’abolizione da parte del fascismo dei consigli comunali.

Salò, proprio come durante la seconda guerra mondiale rimase l’ultimo avamposto fascista in Italia riunendosi nella Repubblica sociale Italiana (Rsi), così ancora oggi resta l’ultimo avamposto mussoliniano d’Italia.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала