Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

40mila trovano lavoro con il Reddito di cittadinanza

© Sputnik . Alessandro Rota / Vai alla galleria fotograficaImpiegata al lavoro in un ufficio dell'anagrafe
Impiegata al lavoro in un ufficio dell'anagrafe - Sputnik Italia
Seguici su
Il Reddito di cittadinanza inizia a dare i suoi primi frutti. Secondo gli ultimi dati Anpal quasi 40mila beneficiari hanno ricevuto un contratto di lavoro attraverso i Centri per l'impiego.

A fronte di 908.198 beneficiari del Reddito di cittadinanza che potrebbero stipulare un Patto per il lavoro, i centri per l’impiego ne hanno convocati fino ad oggi 529.290, di cui 39.760 persone hanno potuto sottoscrivere un contratto di lavoro.

Rispetto al 10 dicembre 2019, il dato segna un balzo in avanti del +38,2% con circa 11mila contratti di lavoro in più in poco più di due mesi.

Il contributo dei Navigator ai Centri per l’impiego

Il Reddito di cittadinanza come prima misura aveva previsto l’assunzione di alcune migliaia di Navigator, poi impiegati in quasi tutte le regioni a supporto dei Centri per l’impiego locali.

I Navigator, secondo i dati diffusi dall’Anpal, hanno supportato gli operatori dei Centri per l’impiego nella convocazione di 372.855 beneficiari del Reddito di cittadinanza.

Gran parte di questa attività si è svolta proprio nel mese di dicembre 2019, quando oltre 125mila beneficiari sono stati accolti nelle strutture per l’impiego.

La fase due del Reddito di cittadinanza

Secondo il presidente dell’Anpal Mimmo Parisi, i dati confermano che la fase 2 del Reddito di cittadinanza “è più che partita” e che quindi la misura si avvia a raggiungere a regime gli obiettivi previsti di accompagnare i beneficiari al lavoro.

Ora resta da migliorare il sistema digitale per ottimizzare lo scambio dei dati con i sistemi regionali, un miglioramento che servirà a facilitare il “contatto continuo con il mercato del lavoro” ha detto il presidente dell’Anpal.

Il presidente Anpal ha anche parlato dei precari storici del suo ente, i quali verranno presto stabilizzati per valorizzare ancora di più l’impegno dell’ente nel suo lavoro a favore delle politiche attive del lavoro.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала