Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Vito Crimi e caso Gregoretti: ‘da Salvini solo fughe e menzogne’

© AFP 2021 / Tiziana FabiVito Crimi
Vito Crimi - Sputnik Italia
Seguici su
Il reggente del M5s Vito Crimi sferza il leader della Lega Salvini a proposito del caso nave Gregoretti. Quanto accaduto è una responsabilità dell'ex ministro che ha creato un caso per fini propagandistici.

Il capo reggente del M5s Vito Crimi scrive sul Blog delle Stelle la sua versione dei fatti sul caso nave Gregoretti ed attacca il leader della Lega Matteo Salvini.

“Oggi Matteo Salvini afferma di non essere intenzionato a scappare. E già questa è una novità assoluta, perché a parlare è un soggetto perennemente in fuga.

Se oggi non scappa è perché lo ha già fatto la scorsa estate, quando pur di sfuggire alle sue responsabilità ha fatto cadere un governo, tradendo la fiducia di milioni di cittadini e rischiando di mettere il nostro Paese e la sua economia in ginocchio”.

Secondo Crimi Salvini difende l’Italia solo a parole mentre nei fatti difende solo gli interessi di partito.

Riferendosi più specificamente al caso della nave Gregoretti, Crimi afferma che se oggi è diventato un caso è “per un suo capriccio, una sua esclusiva e personale forzatura” per “orientare il tema immigrazione sul blocco”.

Il M5s sull’immigrazione è stato razionale

Crimi difende invece l’atteggiamento del M5s sull’immigrazione ed afferma che il suo partito sull’argomento ha sempre avuto un approccio “razionale, intervenendo con determinazione e collegialità”.

Senato della Repubblica, Palazzo Madama - Sputnik Italia
Via libera del Senato al processo contro Salvini per il caso Gregoretti

“In una prima fase abbiamo assunto decisioni anche impopolari, che tuttavia hanno consentito al Presidente Giuseppe Conte di rimettere al centro dell’agenda europea il fenomeno migratorio. Abbiamo costretto l’Unione a prendere atto del fatto che un tema tanto importante non potesse essere delegato al solo nostro Paese, ma che fosse necessaria l’assunzione di responsabilità da parte di tutti, adottando la linea comune della redistribuzione”.

Questo, scrive Vito Crimi, è stato il merito del Movimento 5 stelle sull’argomento immigrazione.

La linea di governo non aveva bisogno di prove di forza

Salvini, secondo Crimi, sarebbe reo di aver messo in pratica una inutile prova di forza, “trasformata dall’ex ministro dell’Interno in una brutta pagina di storia per la nostra Repubblica”.

“In tale occasione un membro delle Istituzioni ha utilizzato il suo ruolo a fini di propaganda, di speculazione politica di parte e al contempo a fini personalistici.

Non c’era alcun bisogno di blocchi. Non c’era alcuna necessità di tenere 131 persone per giorni a bordo di una piccola imbarcazione. Quelle 131 persone non stavano attentando alla nostra sicurezza, non costituivano alcun pericolo per i 60 milioni di cittadini italiani”.

Questa l’accusa del capo politico a interim del M5s rivolto a Matteo Salvini, nel giorno in cui il Senato decide per il suo rinvio a giudizio a proposito del caso nave Gregoretti.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала