Matteo Salvini al Senato - Sputnik Italia

Caso Gregoretti, il Senato ascolta Salvini: Ritengo di aver difeso la mia patria

Seguici suTelegram
Matteo Salvini è pronto a difendere le sue idee. Il Senato a breve deciderà se rinviarlo a giudizio o meno sul caso della nave Gregoretti.

Tutto è pronto al Senato per votare sulla richiesta di autorizzazione di rinvio a giudizio del senatore della Lega Matteo Salvini.

Lui, il segretario del carroccio, poco prima di entrare al Senato si scatta un selfie dal suo ufficio di rappresentanza e scrive:

“Pronto per intervenire in Senato, a testa alta e con la coscienza pulita di chi ha difeso la sua terra e la sua gente.

‘Se un uomo non è disposto a lottare per le proprie idee, o le sue idee non valgono nulla, o non vale nulla lui’, scrive citando Ezra Pound.

Tutti col fiato sospeso, quindi, in attesa della decisione del Senato sul caso nave Gregoretti che vede Salvini accusato del reato di sequestro di persona.

La diretta è in corso e visibile da qui.

Prima i più recentiPrima i più vecchi
14:48 12.02.2020

"Sono convinto che la fine sarà archiviazione. Chi vota oggi pensando di vincere sarà sconfitto dalla storia", ha sottolineato Salvini.

14:42 12.02.2020

"Vada come vada, i numeri sono evidenti e c'è una maggioranza di Pd, Iv e M5s che ritiene che io debba essere processato". 

14:32 12.02.2020

“Mi permetta un commento visivo, se in quest’aula c’è qualcuno che scappa oggi non è tra la Lega ma tra i banchi del governo”, sono le accuse dell'ex ministro dell'Interno.

14:28 12.02.2020

“Se avessi dovuto ragionare per opportunismo e interesse personale, non avrei preso la decisione che ho preso perché si parla di un processo, non di una passeggiata. Io dico quello che dico per rispetto nei confronti della carica che ho ricoperto, degli italiani e dei miei due figli che vanno a scuola e hanno il diritto di ritenere che il papà sia spesso lontano da casa non perché sequestra persone ma perché difendere confini del suo Paese è un suo dovere. Ritengo che aver difeso la mia patria fosse un mio dovere. Non un diritto: un dovere”, ha detto Salvini parlando al Senato. 

14:24 12.02.2020

"Chiedo al mio gruppo di disubbidire, facciamo decidere al giudice se sono un criminale, usciamo da quest’aula", ha detto il leader Lega.

"Ormai il re è nudo, potete andare avanti qualche mese o settimana ma in democrazia il giudizio lo dà il popolo", ha aggiunto lui.

"Non ne posso più di passare per criminale, c'è un limite a tutto".

14:20 12.02.2020

"Ho scelto io contro il mio quieto vivere di andare davanti a un tribunale. Orgoglioso di aver salvato migliaia di vite umane. Siamo antropologicamente e culturalmente diversi con la sinistra: mai manderei a giudizio i leader della sinistra", ha detto Salvini parlando al Senato. 

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала