Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Chiesta proroga indagini su caso Rackete e nave Sea Watch

© AP Photo / David YoungCarola Rackete
Carola Rackete - Sputnik Italia
Seguici su
Richiesta una estensione delle indagini sul caso Carola Rackete e la nave che comandava Sea Watch. La giovane comandante è accusata di resistenza a pubblico ufficiale e aggressione a nave da guerra.

Il pubblico ministero di Agrigento ha chiesto una proroga di altri sei mesi per terminare le indagini sul caso Sea Watch e la sua comandante Carola Rackete.

Il giudice ha avanzato la richiesta di proroga giustificandosi che il caso è complesso e la polizia giudiziaria ha avuto dei ritardi.

Carola Rackete il 12 giugno del 2019 aveva violato gli alt delle motovedette della Guardia di Finanza che le intimavano di restare fuori dalle acque internazionali in ottemperanza delle norme contenute nei nuovi decreti sicurezza che portavano la firma dell’allora ministro dell’Interno Matteo Salvini.

Secondo l’ipotesi di reato la giovane comandante tedesca avrebbe opposto resistenza a pubblico ufficiale per tre volte tra il 12 e il 29 giugno, danneggiamento e resistenza o violenza a nave da guerra.

Gli avvocati di Carola avranno cinque giorni di tempo dalla notifica del provvedimento per presentare memorie che si oppongono alla prosecuzione delle indagini in capo alla loro assistita.

A decidere sarà il gip Alessandra Vella, la quale aveva già emesso un’ordinanza di scarcerazione a favore della comandante della Sea Watch.

In attesa del processo Salvini

Dal Senato si attende, intanto, l’esito della richiesta di rinvio a giudizio di Matteo Salvini per il caso della nave Gregoretti che lo potrebbe vedere imputato del reato di sequestro di persona.

Attesa a momenti la decisione del Senato.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала