Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Tragedia sulle Alpi Marittime, scialpinista muore dopo un volo di 300 metri sul monte Frisson

CC0 / Pixabay.com / Elicottero soccorso montagna
Elicottero soccorso montagna - Sputnik Italia
Seguici su
La tragedia è accaduta sul monte Frisson in val Vermenagna, nel Cuneese. La donna, di 46 anni, è morta precipitando durante una gita in montagna.

Una scialpinista 46enne originaria di Busca, Romina Giuliano, è morta questa mattina dopo essere precipitata durante un'escursione sul monte Frisson, in valle Vermenagna, nel Cuneese. 

La donna era in compagnia di una comitiva di amici, partiti da Limonetto in Piemonte, ma durante l'escursione, che prevedeva la salita con sci e pelli di foca e un tratto finale con ramponi e picozza, Romina Giuliano sarebbe precipitata da circa 300 metri, morendo sul colpo. 

L'allarme è scattato intorno all'ora di pranzo, quando il gruppo stava per raggiungere la vetta ed era a circa 2600 metri, ma nonostante l'intervento dell'elisoccorso del 118 ha potuto solo recuperare il corpo senza vita della donna.

L'ultima di una lunga serie di tragedie in montagna

Si tratta dell'ennesimo incidente avvenuto in montagna. In Alto Adige, agli inizi del mese, un uomo di 61 anni era stato ritrovato morto sulle piste da sci a Serrada di Folgaria, caso in cui si ipotizza una caduta con conseguenze fatali per l'uomo, insieme ad un turista russo che ha perso la vita dopo essersi schiantato contro un albero mentre scendeva sulla pista rossa Boè a Corvara in Val Badia. A fine dicembre un base jumper russo è morto in Trentino, lanciandosi da Cima Capi, sopra il lago di Garda, e schiantandosi contro i cavi ad alta tensione.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала