Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Scienziati cinesi sospettano i folidoti di essere gli animali portatori del coronavirus

Seguici su
Ricercatori cinesi hanno scoperto che i folidoti, una specie di mammiferi, potrebbero essere i portatori intermedi del nuovo tipo di coronavirus che sta facendo paura al mondo, segnala il canale CGTN.

Un team di scienziati dell'università di Agricoltura della Cina meridionale (South China Agricultural University) e del Laboratorio di Agricoltura Moderna di Guangdong (Guangdong Laboratory of Modern Agriculture) ha dichiarato oggi di aver fatto un passo avanti nel rintracciare il potenziale portatore del coronavirus.

Dopo aver analizzato un migliaio di campioni del metagenoma, i ricercatori hanno ottenuto prove sul fatto che i folidoti potrebbero essere l'animale portatore. Dopo il riconoscimento biologico molecolare, gli scienziati hanno scoperto che il coefficiente di positività del betacoronavirus nei folidoti è del 70%. Successivamente, i ricercatori hanno isolato il ceppo del virus animale e hanno scoperto che la sequenza genomica del ceppo isolato è identica al 99% a quella che infetta l'uomo.

Uno dei ricercatori, il professor Shen Yongyi, ha dichiarato durante la conferenza stampa di oggi che i folidoti potrebbero non essere i soli portatori del coronavirus.

"Prendiamo ad esempio la Sars, oltre ai viverri, altri predatori potrebbero aver diffuso il virus", ha detto lo scienziato.

Secondo lui, la nuova ricerca permette di prevenire e controllare l'epidemia di coronavirus.

La Cina condivide i primi cinque genomi del coronavirus con gli Stati Uniti

La Cina ha condiviso con gli Stati Uniti le prime cinque sequenze genomiche del nuovo tipo di coronavirus, ha affermato l'Accademia delle Scienze della Repubblica Popolare Cinese.

"Il Centro statale di informazioni biologiche (CNCB) / Centro Statale di dati genetici (NGDC) ha sincronizzato e condiviso con il database delle sequenze di acidi nucleici del National Center for Biotechnology Information degli Stati Uniti le prime cinque sequenze genomiche auto-selezionate del nuovo tipo di coronavirus 2019", si legge in un comunicato sul sito web.

Il centro prevede di continuare a condividere informazioni in modo che un più ampio gruppo di scienziati possa iniziare la ricerca sul coronavirus.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала