Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Grecia: arrestati 40 migranti sull'isola di Lesbo dopo i disordini di ieri

© AFP 2021 / LOUISA GOULIAMAKI Poliziotti guardano migranti al campo per i rifugiati di Moria sull'isola di Lesbo, Grecia
Poliziotti guardano migranti al campo per i rifugiati di Moria sull'isola di Lesbo, Grecia - Sputnik Italia
Seguici su
La polizia greca ha arrestato 40 migranti clandestini per aver partecipato agli scontri sull'isola di Lesbo lunedì, secondo quanto riferito dai media locali.

Lunedì mattina si è svolta una marcia sotto lo slogan "Libertà" con la partecipazione di duemila persone del centro di accoglienza locale per rifugiati e migranti "Moria" della città greca di Mitilene. La polizia ha usato gas lacrimogeni e granate stordenti per fermare la marcia. Successivamente in serata si sono verificati degli incidenti con il coinvolgimento dei migranti, 27 persone sono state arrestate.

La situazione a Lesbo rimane tesa, scrive il giornale. I migranti si lamentano delle difficili condizioni nel campo di Moria e chiedono di essere inviati sulla terraferma della Grecia.

La pubblicazione riferiva che la sera e la notte ci sono stati diversi incendi dolosi:un edificio è stato bruciato a Moria, e delle persone non identificate hanno dato fuoco a dei giunchi vicino al villaggio di Panayuda vicino a Mitilene.

Lunedì pomeriggio, si è tenuto un "incontro popolare" dei residenti di Moria, al quale si è chiesta più sicurezza e la chiusura del campo.

Il governatore delle isole del Mar Egeo settentrionale Konstantinos Mutsuris ha definito la situazione esplosiva. Durante l'incontro, ha invitato tutti a mantenere la calma e evitare azioni impulsive.

I residenti di Moria hanno in programma di marciare a Mitilene.

Il ministro della migrazione e dell'asilo Notis Mitarakis non ha escluso che le rivolte a Lesbo siano state provocate, le autorità stanno indagando sulle loro cause.

"Il dovere principale dello stato è la sicurezza dei cittadini. Questi tristi eventi confermano la necessità di accelerare la procedura di asilo, il ritorno dei richiedenti asilo e l'istituzione di centri chiusi e controllati. Va da sé che un comportamento che viola le leggi non è conforme alla procedura di asilo", ha dichiarato il ministro in una nota ricevuto da Sputnik.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала