Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Cosa si prova a morire? La risposta degli scienziati potrebbe sorprendervi

CC0 / / La morte
La morte  - Sputnik Italia
Seguici su
Numerosi soggetti che hanno vissuto esperienze ai confini della morte sembrerebbero associare tali momenti con sensazioni positive quali gioia ed euforia.

Da tempo immemore il genere umano ha ingaggiato una lotta senza quartiere con la morte nel tentativo di sconfiggerla o, perlomeno, di prolungare la durata della nostra vita.

Nel corso dei secoli e dei millenni l'avanzamento tecnologico della civiltà umana ha permesso di raggiungere risultati poco tempo prima neanche lontanamente immaginabili, con la medicina che, al giorno d'oggi, permette di curare mali un tempo mortali, rendendoli inoffensivi.

Ebbene, secondo uno studio portato avanti da un equipe di scienziati della Western University, in Canada, e dell'Università di Liegi, in Belgio, la morte non sarebbe poi così male come ce la immaginiamo e, anzi, riuscirebbe a regalare sensazioni decisamente positive.

Studiando una serie di casi di persone che hanno vissuto esperienze ai confini della morte (sigla dell' espressione inglese Near Death Experience, ndr), gli studiosi si sono resi conto del fatto che le esperienze provate da questi soggetti fossero tutte legate a sentimenti di gioia ed euforia, tanto da affermare, una volta tornati in sé, che non sarebbero più voluti tornare indietro.

Luce alla fine del tunnel - Sputnik Italia
Uomo sopravvive ad un arresto cardiaco e racconta che cos'ha visto nell'aldilà

L'analisi lessicale delle descrizioni dei partecipanti al progetto, ha denotato che parole come "luce" e "bene" comparivano molto più frequentemente rispetto ad altri vocaboli dalla connotazione più negativa, quali "paura" e "morto".

"Nell'analisi testuale non c'è nessun tipo di parzialità, al contrario di quanto accade negli studi di matrice comportamentista di Bruce Greyson, quando alle persone vengono poste domande precise. L'analisi testuale è completamente imparziale, atuomatica e noi, in quanto scienziati, non facciamo nessuna supposizione", ha spiegato Andrea Soddu, del Dipartimento di Fisica e Astronomia della Western University, al quotidiano britannico Express.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала