Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Coronavirus, terzo caso sospetto ricoverato allo Spallanzani

© AFP 2021 / Alberto PizzoliL'annuncio "sold out" che significa che le maschere sono finite in una farmacia italiana
L'annuncio sold out che significa che le maschere sono finite in una farmacia italiana - Sputnik Italia
Seguici su
Si tratta di un operaio romeno di 42 anni che a Roma sarebbe entrato in contatto con i due turisti cinesi infetti.

Ci sarebbe un terzo caso sospetto di contagio da coronavirus a Roma, quello di un operaio romeno, Marian C. che sarebbe entrato in contatto con la coppia di cinesi ricoverati ieri allo Spallanzani.

Il 42enne si era rivolto ieri sera all'ospedale di Tivoli poiché accusava diversi sintomi influenzali, quali la febbre alta, e ha riferito di lavorare presso il Grand Hotel Palatino, la stessa struttura dove avevano pernottato i turisti cinesi positivi al coronavirus.

Nonostante la notizia sia poi stata smentita dal direttore della struttura alberghiera, come riporta La Repubblica, i medici hanno attivato le procedure di emergenza, con l'isolamento e il trasferimento immediato allo Spallanzani.

L'operaio sarà ora sottoposto agli accertamenti del caso e nel corso delle prossime ore sarà resa nota una sua eventuale positività al 2019-nCoV.

Stato di emergenza

Dopo la registrazione dei due primi casi di contagio in Italia, il governo italiano ha dichiarato lo stato di emergenza per 6 mesi e ha varato le prime misure atte ad affrontare il coronavirus, stanziando 5 milioni di euro.

La disposizione è diretta conseguenza della decisione dell'Organizzazione mondiale della sanità, che ieri ha lanciato l'emergenza globale sul coronavirus, ed è stata presa in ragione dei primi due casi di positività ai test sul coronavirus sul territorio nazionale.

Il Ministero della Salute, dopo aver chiuso il traffico aereo da e per la Cina, ha dispiegato un gruppo di specialisti che saranno impegnati nel definire l'itinerario dei due turisti cinesi contagiati, che secondo le informazioni preliminari avrebbero fatto tappa a Milano, Verona, Parma e sulla Costiera Amalfitana.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала