Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Punti chiave dell'Accordo del secolo

Seguici su
Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha svelato il suo atteso piano per il Medio Oriente, che di fatto rappresenta il punto di vista della sua amministrazione per la risoluzione del conflitto israelo-palestinese.

Secondo quanto previsto dall'amministrazione americana, Gerusalemme rimarrà la capitale "indivisibile" di Israele e gli insediamenti israeliani in Cisgiordania saranno riconosciuti dagli Stati Uniti. Tuttavia Israele deve congelare la costruzione di nuovi insediamenti nei territori palestinesi per quattro anni durante i negoziati sullo Stato palestinese.

Sul processo di pace in Medio Oriente, l’Italia resta convinta che “la soluzione a due Stati resti la prospettiva più giusta e sostenibile”. La nota ufficiale del ministero degli Esteri italiano arriva dopo che Trump ha presentato il suo piano per la spartizione dei territori tra Israele e Palestinesi alla presenza di Netanyahu.

Il no al piano di Trump, che di fatto decide come dovranno essere spartiti i territori israelo-palestinesi, arriva delle autorità palestinesi. Anche la Siria si schiera con la Palestina e chiede alla comunità internazionale di “condannare la posizione” degli Stati Uniti nei confronti dei palestinensi, che viene ritenuta “sprezzante”.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала