Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Lega di Salvini vince la piazza di Bibbiano e le Sardine si accontentano

Seguici su
La Lega di Salvini vince la piazza principale di Bibbiano del 23 gennaio e le Sardine forse manifesteranno nella piazza secondaria del paese, ma sono indecisi.

A Bibbiano è stata corsa alla piazza principale del paese, il 23 gennaio prossimo la Lega di Salvini intende chiudere lì la sua campagna elettorale in Emilia-Romagna e le 6000 Sardine anti-Salvini volevano impedirlo, così avevano prenotato per prima la piazza principale del paesino.

Alla fine l’ha spuntata la Lega con una decisione della Questura, perché i partiti politici hanno la precedenza durante il periodo elettorale.

Alle Sardine è stata assegnata la piazza Libero Grassi, molto prossima al Municipio di Bibbiano dove sarà allestito il palco per Salvini e Borgonzoni.

L’obiettivo delle sardine, evitare che Matteo Salvini potesse “strumentalizzare” il caso Bibbiano.

Le proteste di sardine - Sputnik Italia
Le “sardine” sotto vuoto
Ricordiamo che a Bibbiano è scoppiato lo scandalo dei bambini strappati ai propri genitori con metodi disumani, a seguito dell’inchiesta denominata ‘Angeli e Demoni’. Numerosi bambini sono stati sottoposti a “lavaggi del cervello” per convincerli che i propri genitori fossero cattivi, stupratori e incapaci di badare loro. Una rete dell’orrore che ha portato gli inquirenti a formulare ben 108 capi di accusa a 26 persone, a cui sono stati consegnati gli avvisi di garanzia a conclusione delle indagini.

La richiesta delle Sardine

Le sardine avevano chiesto a Salvini di non fare la manifestazione, di rinunciare entrambi perché a Bibbiano molti cittadini non vorrebbero alcuna manifestazione.

E per rispettare la volontà dei cittadini di Bibbiano, le Sardine lunedì prossimo svolgeranno una assemblea per chiedere ai cittadini se vogliono o meno la loro manifestazione in piazza Libero Grassi del 23 gennaio, dal titolo 'Gli sciacalli passano, le sardine restano. Bibbiano non abbocca!'.

“I cittadini di Bibbiano avevano chiesto di non fare nulla. Noi avevamo domandato a Salvini di rinunciare, ma lui ha detto no. Dice ‘prima gli italiani’ e poi smentisce sé stesso”, hanno detto i responsabili del movimento bolognese.

Le motivazioni di Salvini

Salvini aveva spiegato il perché della sua presenza a Bibbiano da Maranello, dove era in compagnia della Borgonzoni, per proseguire il suo tour in vista delle regionali in Emilia-Romagna del 26 gennaio.

“Giovedì prossimo (23 gennaio, ndr) alle 18 sarò lì. L’avevo promesso a quelle mamme e quei papà: di andare, tornare, e portare speranza e dignità nella piazza di Bibbiano perché Bibbiano è una vergogna che grida vendetta”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала