Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

L’umanità potrà vivere il 500% in più, lo dice una ricerca sui vermi da laboratorio

CC0 / / Uomo anziano
Uomo anziano - Sputnik Italia
Seguici su
Un gruppo di scienziati potrebbe aver capito come funziona il "segreto della longevità", attivando alcuni geni in un verme da laboratorio. La speranza di vita si è moltiplicata del 500%.

Cosa accade se attiviamo un interruttore di longevità? Che probabilmente quell’essere vivrà di più. E che cosa accade se ne attiviamo un secondo? L’inimmaginato, quell’essere vivente aumenta la sua speranza di vita del 500%. A scoprirlo i ricercatori del Mount Desert Island Biological Labortory e del Buck Institute for Reserach on Aging, in collaborazione con l’Università di Nanchino in Cina.

Utilizzando un verme da laboratorio nematode C.elegans, hanno scoperto che con l’attivazione di due interruttori di longevità la speranza di vita del verme non si è addizionata, ma moltiplicata di un fattore cinque, passando dal 130% presunto dai ricercatori al 500% constatato nell’esperimento da laboratorio.

Il segreto della longevità

Secondo gli scienziati, la cui ricerca è stata pubblicata sulla rivista di settore Cell Reports ed è riportata anche sul sito degli enti di ricerca che hanno fatto la scoperta, questo spiegherebbe perché non sia mai stato trovato ‘l’interruttore’ che fa di alcuni anziani, dei superanziani capaci di vivere oltre i 100 anni senza particolari problemi sanitari.

Non esisterebbe il ‘super gene della longevità’, ma la longevità sarebbe dovuta all’attivazione congiunta di più recettori.

“Per sviluppare i trattamenti anti-invecchiamento più efficaci non dobbiamo guardare i singoli circuiti, ma le reti che formano”, ha detto Jarod A. Rollins come riportato dall’agenzia Ansa.

Le ricadute sulla vita dell’umanità

Per ora si tratta di ricerche di laboratorio condotte su vermi, ma gli interruttori attivati in questi esseri sono presenti anche negli esseri umani.

Non esiste al momento alcun tentativo di riportare sull’uomo quanto scoperto, ma la scoperta potrebbe aiutare a capire meglio i segreti di una vita più lunga.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала