Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Rumoroso e caro, Israele abbandona l'Iron Drome e svela nuovo sistema laser di difesa anti-missile

© AP Photo / Ariel SchalitSistema "Iron Dome" in Israele
Sistema Iron Dome in Israele - Sputnik Italia
Seguici su
Il nuovo sistema di arma sarà basato su una tecnologia laser elettrica e permetterà di neutralizzare i bersagli a grande distanze.

Lo stato di Israele ha svelato il suo nuovissimo sistema laser di difesa anti-missile, che potrà essere utilizzato per contrastare i missili Qassam sparati dalla Striscia di Gaza, ma potrà provare la sua efficacia anche nella neutralizzazione di colpi di mortaio, anti-carro e droni.

Il sistema di intercettazione laser presenta inoltre due ulteriori vantaggi rispetto all'attuale Iron Dome, che in futuro andrà completamente a sostituire.

Innanzitutto, esso presenta la caratteristica di essere estremamente silenzioso ed invisibile; in secondo luogo, ma decisamente non meno importante, avrà un costo decisamente inferiore, pari a 3,50 dollari per intercettazione, rispetto agli attuali 49.000 dollari spesi per ogni intercettazione con l'Iron Dome.

"Stiamo entrando nella nuova era del 'combattimento energetico' nei cieli, per terra e per mare. Gli investimenti fatti dal Ministero della Difesa negli ultimi anni hanno posto Israele tra i Paesi leader nel campo dei laser ad alto potenziale", ha spiegato il generale di brigata Yaniv Rotem.

L'ufficiale ha spiegato che il dicastero sta lavorando da molto su dei prototipi di laser ad alto potenziali, chiarendo che il nuovo sistema di arma sarà basato su una tecnologia laser elettrica, a differenza di quelli sinora impiegati.

I progettisti israeliani sono convinti che la loro tecnologia sia in grado di acquisire il bersaglio e di colpirlo con un raggio laser a distanza senza che quest'ultimo sia influenzato da eventuali disturbi atmosferici.

"(Questo sistema" ridurrà la nostra dipendenza dall'intelligence o dalla necessità di reperire informazioni sulle minacce per conoscerne la natura e capire come agire contro di esse", ha spiegato una fonte alla testata israeliana Haaretz.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала