Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Nude per spegnere gli incendi, il flashmob delle modelle australiane

Seguici su
L'idea delle modelle di raccogliere fondi per combattere gli incendi in Australia attraverso l'uso di foto in intimo si è trasformata in un flashmob dominato dall'hashtag #nakedforaustralia.

Dopo mesi di incendi che stanno devastando la nazione, l'emergenza da australiana è diventata un caso internazionale. Le persone di tutto il mondo hanno cominciato a donare soldi per combattere gli incendi ed aiutare le persone che si trovano in difficoltà. L'Australia ha ricevuto più di un milione di dollari, anche in modi inaspettati: ad esempio sex-workers e modelle hanno iniziato a inviare agli utenti foto in intimo in cambio di donazioni.

Tutto è iniziato con la 20enne nordamericana Kaylen Ward, che ha iniziato ad inviare foto in nudo a chi donerà almeno 10 dollari ad uno dei fondi che aiutano a combattere gli incendi. Il sistema è semplice: gli utenti versano i loro contributi, inviano le prove e ricevono un'istantanea (nel caso di grandi donazioni, gli utenti ottengono un video).

Il post della modella è diventato virale: pochi giorni dopo, la ragazza ha annunciato di aver raggiunto la somma di un milione di dollari ed ha dovuto assumere degli assistenti per gestire il flusso di messaggi.

"Ad un certo punto ho iniziato a ricevere 10 conferme di donazioni al minuto", ha osservato Ward.

Con il raggiungimento di un milione di dollari la modella Ward ha cambiato il sistema di donazioni, ora a combattere contro gli incendi in Australia va il 20% di tutte le sue entrate della piattaforma Only Fans. È lì che la ragazza di solito vende le sue foto. Ha anche lanciato una campagna di crowdfunding, guadagnando in un giorno ulteriori 7 mila dollari.

Con il suo atto, Ward ha ispirato altre modelle che guadagnano su Internet vendendo foto in intimo. Decine di ragazze hanno sostenuto la sua idea annunciando simili raccolte di fondi attraverso scatti in nudo.

​La modella Jenna Lee dal Texas, con l'aiuto dei suoi scatti, ha raccolto a favore dei fondi contro gli gli incendi circa 40 mila dollari. Secondo lei, ha subito capito che l'atto di Ward poteva trasformarsi in qualcosa di grande: "Siamo tutte persone reali e di buon cuore. Era ovvio che questa cosa avrebbe avuto successo. Odio dirlo, ma il sesso si vende bene". Ha poi aggiunto di aver ricevuto circa 100 messaggi all'ora con Donat.

A poco a poco, l'hashtag flashmob è apparso: #nakedforaustralia.

 

 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала