Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

A Sirte trovato il primo migrante morto del 2020

© Sputnik . Clara StatelloLo sbarco della Ocean Viking a Messina
Lo sbarco della Ocean Viking a Messina - Sputnik Italia
Seguici su
Ritrovato morto un migrante a Sirte in Libia, il corpo è stato recuperato dalla Mezzaluna Rossa. Potrebbe far parte di un'imbarcazione di 44 persone che non si trova da giorni.

A Sirte è stato ritrovato il corpo di un migrante morto con indosso ancora il giubbetto salvagente. Dalla drammatica immagine, che in questi momenti sta facendo il giro del web, si nota il corpo dell’uomo supino, come poggiato dal mare sulla spiaggia della città posta a metà via tra le due Libie, quella di Tripoli e di Bengasi.

Per ora il personale della Mezzaluna Rossa intervenuta sulla spiaggia per recuperare il corpo, non hanno trovato altre persone o resti di imbarcazione.

Tuttavia, La Repubblica segnala che alcuni giorni fa Alarm Phone aveva ricevuto una telefonata di soccorso da parte di un'imbarcazione con 44 persone a bordo, ma di cui si sono persi i contatti. Nella zona Sar libica sono intervenute due navi umanitarie, la Ocean Viking e la Sea Watch, ma non hanno trovato traccia dell’imbarcazione che aveva lanciato l’allarme.

Dalla Libia non partono imbarcazioni

Nonostante in questi giorni le condizioni del mare non siano state particolarmente proibitive, dalla Libia non sono avvenute nuove partenze. E ciò nonostante la situazione in Libia sia davvero drammatica.

Gli arrivi in Italia continuano nonostante lo stop delle partenze dalla Libia. Si sono moltiplicati gli sbarchi fantasma sulle coste salentine, della Sardegna addirittura e di Pantelleria. Le rotte in questo caso sono Tunisia, Algeria, Marocco e Turchia, e forse anche Albania.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала