Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

India lancerà altri sei sottomarini nucleari

Seguici su
L’India, dopo il lancio del suo primo sottomarino nucleare con missili balistici, ha annunciato la costruzione di 24 nuovi sottomarini.

Secondo un rapporto pubblicato dal parlamento e dalle forze armate del paese l’India realizzerà 18 sottomarini a propulsione convenzionale e altri 6 nucleari.

"Sono previsti 18 sottomarini a propulsione convenzionale e sei sottomarini d’attacco nucleari", afferma il rapporto.

Secondo il rapporto, al momento, la Marina indiana è armata con 15 sottomarini non nucleari e due nucleari. La maggior parte dei sottomarini non nucleari ha più di 25 anni. L'età di 13 sottomarini va dai 17 ai 32 anni.

Il Ministero della Difesa indiano ha approvato lavori per prolungare la vita dei sottomarini in relazione a un ritardo nella costruzione di nuovi.

L'attività della Marina cinese nelle acque dell'Oceano Indiano è aumentata, quindi in India è stato deciso di modernizzare l'infrastruttura, compresa la costruzione di nuove navi e sottomarini.

Il lancio del primo sottomarino nucleare indiano con missili balistici

L’INS Arihant ("Foeslayer") è il primo sottomarino a propulsione nucleare costruito dall’India e armato di missili balistici a capacità nucleare (SSBN). 

Con il suo completamento, l'India rientra nella schiera di paesi dotati di una cosiddetta triade nucleare (aerei, missili terrestri e sottomarini in grado di usare armi atomiche). A differenza dei bombardieri e dei missili terrestri, i sottomarini sono probabilmente i più difficili da distruggere.

Un sottomarino solitario in agguato da qualche parte nelle profondità oceaniche non è certamente un obiettivo facile, il che lo rende ideale per sopravvivere a un primo attacco nucleare disarmante e garantire ritorsioni.

L'Arihant fornisce all'India una capacità di secondo colpo garantita nel caso di uno scenario di attacco nucleare e, l'esistenza di tale capacità, a sua volta, aumenta la posta in gioco in un potenziale conflitto nucleare, rendendolo meno probabile e garantendo una situazione di sicurezza generale più stabile.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала