Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Teresa Bellanova interviene sul caso Fioramonti: fondi Reddito e Quota 100 all’Istruzione

© Foto : Francesco Ammendola / QuirinaleTeresa Bellanova, il ministro dell'Agricoltura
Teresa Bellanova, il ministro dell'Agricoltura - Sputnik Italia
Seguici su
Il ministro dell'Agricoltura Teresa Bellanova parla delle dimissioni di Fioramonti e non risparmia critiche ai partiti che fanno parte del Governo a cui lei stessa appartiene.

Il ministro dell’Agricoltura Teresa Bellanova, espressione del partito di Renzi Italia Viva, interviene sulle dimissioni del ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti e non lo fa per gettare acqua sul fuoco, anzi.

Presentando via Facebook l’intervista rilasciata a Il Messaggero e riportata integralmente anche sul sito di Italia Viva, il ministro Bellanova scrive:

“Noi lo abbiamo detto in tempi non sospetti: considerare Reddito di Cittadinanza e Quota 100 totem indiscutibili ha ingessato risorse preziosissime che invece potevano essere indirizzate più proficuamente su precise priorità del Paese, dal lavoro all'innovazione alla ricerca ai lavori usuranti”.

Ed aggiunge: “Noi lo abbiamo detto in tempi non sospetti. Fioramonti se ne è accorto adesso”.

In disaccordo su tutto

Leggendo l’intervista integrale del ministro Bellanova è chiaro che Italia Viva è sì al governo, ma è in disaccordo su tutto. A partire dal decreto milleproroghe che contiene le norme per colpire Atlantia, a cui fa capo Autostrade per l’Italia spa.

“Non era il milleproroghe la via maestra. Le nostre proposte arriveranno in Aula”, afferma il ministro, con un modus operandi più da opposizione che da membro dell’esecutivo.

“Il populismo normativo è lontanissimo dal nostro modo di intendere l’azione di governo”, sottolinea Bellanova, con chiaro riferimento alla gestione del caso concessioni autostradali da parte del Movimento 5 stelle.

In disaccordo anche sul caso prescrizione, mentre il Pd asseconda il M5s e gli consente di approvare la norma, Italia Viva disapprova la cancellazione della prescrizione e l’onorevole Bellanova lo dice chiaramente: “Un processo senza fine è la fine della giustizia, il che significa azzerare totalmente il dettato costituzionale”.

Il governo durerà?

In una coalizione così frammentata, domanda Il Messaggero, il governo durerà fino al 2023?

“È difficile, certo, ma è la scommessa a cui siamo chiamati tutti”
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала