Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Musicista operato di tumore al cervello da sveglio con la tecnica ‘asleep-awake’

© Foto : PixabayStrumenti chirurgici
Strumenti chirurgici - Sputnik Italia
Seguici su
Musicista torinese operato al cervello con la tecnica asleep-awake, per preservarne le doti musicali. L'intervento diventa sempre più comune anche in Italia.

Si diffonde sempre più anche in Italia la tecnica che prevede di operare da svegli i pazienti con masse tumorali al cervello. La tecnica, applicata in prevalenza ai musicisti, questa volta ha “salvato la musica” di un giovane musicista torinese di 35 anni, componente della band ‘LaStanzadiGreta’ che due anni fa ha vinto la Targa Tenco per la migliore opera prima, scrive il Torinonews24 che tra i primi ha riportato la notizia.

L’intervento è stato condotto dall’equipe di neurochirurgia universitaria dell’ospedale Molinette di Torino e diretta dal professore Diego Garbossa.

Utilizzando la tecnica asleep-awake, vengono preservate le capacità musicali del musicista evitandogli una lunga fase di recupero post operatorio.

Alan Brunetta, questo il nome del musicista, è stato operato con successo riuscendo così a salvare la sua vita messa in pericolo dal tumore al cervello e preservandone le sue doti di poli strumentista. Alan ha infatti alternato l’uso delle percussioni alla chitarra, suonando pezzi conosciuti e improvvisando musica strumentale.

Come si è proceduto

Nella prima fase il paziente è stato sedato e l’equipe di neurochirurghi ha proceduto all’asportazione della massa tumorale, in una seconda fase è stato risvegliato ed è stata effettuata la “mappatura cerebrale per individuare l’area corticale sicura da cui iniziare ad aggredire la lesione”, si legge nel comunicato stampa dell’Azienda ospedaliera universitaria.

Il paziente ha eseguito i brani musicali sotto la direzione della neuropsicologa, “anche durante l’exeresi tumorale condotta secondo criteri della ‘maximal safe resection’”.

Il paziente non ha riportato alcun deficit scrive il nosocomio torinese e i successivi esami strumentali hanno “dimostrato il buon esito della” operazione.

Non è la prima volta che l’equipe esegue questo tipo di intervento da sveglio, il quale si applica ad alcuni casi di lesioni espansive specifiche del cervello. La tecnica viene usata anche in abbinamento con la lettura di testi per preservare il linguaggio e abilità visuo-spaziali.

Nel mese di novembre anche un altro musicista è stato operato con la tecnica asleep-awake, all’ospedale di Cesena.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала