Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Russia aumenta del 20% produzione oro per ridurre dipendenza da dollaro

© Sputnik . Iliya Pitalev / Vai alla galleria fotograficaLingotto d'oro russo
Lingotto d'oro russo - Sputnik Italia
Seguici su
La riserva di lingotti d'oro della Banca Centrale Russa ha continuato la sua crescita record quest'anno, salendo a ben oltre 2.600 tonnellate, mentre il paese continua a spingere per allontanare le sue riserve internazionali dal dollaro.

La Russia ha prodotto più di 185,1 tonnellate di oro nei primi sei mesi del 2019, hanno rivelato dati recenti rilasciati dal Ministero delle Finanze del paese. I dati indicano un aumento del 17,77 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, quando la produzione ha raggiunto 157,2 tonnellate.

Nello stesso periodo, i dati del Ministero delle Finanze hanno mostrato che la produzione di argento è scesa del 6,05 per cento a 549,89 tonnellate (da 585,29 tonnellate a luglio del 2018).

Con una forte domanda da parte degli investitori guidata dalla volontà dello Stato di ridurre la dipendenza dal dollaro statunitense, e con alcune delle più grandi risorse d'oro stimate al mondo, i produttori di oro russi hanno goduto di un grande boom nella produzione di oro negli ultimi anni.

© Sputnik . Pavel Lisitsyn / Vai alla galleria fotograficaUn lingotto d'argento e un lingotto d'oro
Russia aumenta del 20% produzione oro per ridurre dipendenza da dollaro - Sputnik Italia
Un lingotto d'argento e un lingotto d'oro

Secondo i dati della Banca centrale, le scorte di lingotti del paese ammontavano a 2.261 tonnellate al 1 dicembre, collocandosi al quinto posto nel mondo rispetto a USA, Germania, Italia e Francia in totale aziende. Il lingotto, stimato per un valore di 110 miliardi di dollari, fa parte del cuscino di Riserva Nazionale della Russia in crescita di 548,7 miliardi di dollari.

La forte domanda da Russia, Cina, Polonia, e altre banche centrali ha contribuito a far salire i prezzi dell'oro quest'anno, con la chiusura dell'oro a 1.476, 90 dollari per oncia il 20 dicembre, in aumento da 1.312 dollari per oncia l'anno prima.

Mosca ha ridotto notevolmente le sue partecipazioni al Tesoro statunitense negli ultimi anni, e ha esortato altri paesi a riconsiderare il ruolo globale del dollaro in mezzo agli sforzi degli Stati Uniti per utilizzare la loro valuta come valuta di riserva mondiale per intimidire il resto del mondo.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала