Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Tesco sospende fornitore cinese, prodotti derivati da lavoro forzato di carcerati

© AP Photo / Gyorgy VargaSupermercato Tesco
Supermercato Tesco - Sputnik Italia
Seguici su
Il gigante del supermercato inglese Tesco ha sospeso la fornitura di cartoline di Natale da un'azienda cinese dopo che un rapporto della stampa ha detto che un cliente aveva trovato un messaggio in un biglietto. Nel messaggio era scritto che il biglietto era stato imballato da prigionieri stranieri vittime di lavori forzati.

Secondo quanto riporta Reuters, il gigante britannico Tesco ha rilasciato un comunicato stampa domenica dichiarando la sospensione della fornitura di cartoline di Natale da un'azienda cinese, in quanto quest'ultima imponeva, per la creazione dei propri prodotti, il lavoro forzato ai carcerati di una prigione cinese.

"Condanniamo l'uso del lavoro carcerario e non lo permetteremmo mai nella nostra catena di approvvigionamento. Siamo rimasti scioccati da queste accuse e abbiamo immediatamente sospeso la fabbrica in cui vengono prodotte queste carte e avviato un'indagine. Abbiamo anche ritirato queste carte dalla vendita mentre indaghiamo", ha affermato Tesco in un comunicato stampa sul suo sito web.

Il messaggio all'interno della cartolina di Natale, cartoline il cui ricavato va in beneficienza, è stato trovato da una bambina di 6 anni, Florence Widdicombe, a Londra, ha riportato il Sunday Times. Suo padre ha contattato il giornalista Peter Humphrey tramite il social network Linkedin.

"Siamo prigionieri stranieri nella prigione cinese di Shanghai Qingpu, costretti a lavorare contro la nostra volontà. Vi preghiamo di aiutarci e di informare l'organizzazione per i diritti umani", queste le parole scritte sul messaggio a lettere maiuscole lasciato all'interno della cartolina

"Disponiamo di un sistema di audit completo e questo fornitore è stato sottoposto a revisione contabile indipendente il mese scorso e non è stato trovato alcun indizio che suggerisse di aver violato le nostre regole che vietano l'uso del lavoro carcerario. Se un fornitore viola queste regole, le cancelleremo immediatamente e in modo permanente", ha spiegato Tesco nel comunicato stampa.

Tesco dona 300.000 sterline (390.000 dollari) all'anno dalla vendita delle cartoline di Natale, alle associazioni benefiche British Heart Foundation, Cancer Research UK e Diabetes UK. Le suddette cartoline venivano prodotte presso la fabbrica di stampa Zheijiang Yunguang, che si trova a circa 100 km (60 miglia) dal carcere di Shanghai Qingpu. L'azienda, che stampa schede e libri per le aziende alimentari e farmaceutiche, fornisce Tesco. Due telefonate e una richiesta di commento via e-mail alla compagnia sono rimaste senza risposta.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала