Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

New York Times tracciava i Servizi segreti di Trump usando la posizione del telefono

© AFP 2021 / Mandel NganDonald Trump al telefono
Donald Trump al telefono - Sputnik Italia
Seguici su
Il New York Times è riuscito a tracciare tutti gli spostamenti del presidente degli Stati Uniti d'America Donald Trump con applicazioni molto semplici e dati pubblici. Servizi segreti della scorta "bucati".

Il New York Times sostiene di essere stato in grado di rintracciare con successo il presidente Donald Trump, usando i dati non controllati di un agente dei servizi segreti che fa parte della sua scorta. Secondo il New York Times, questa attività gli ha consentito di identificare anche alti funzionari e personale di ogni livello del governo di Washington.

Utilizzando una serie di dati sulla posizione dei cellulari tra gli anni 2016 e 2017, ottenuti da un anonimo informatore, il Times ha esaminato i “ping” della posizione anonimizzata generati dai telefoni e li ha combinati con informazioni sugli spostamenti del presidente pubblicamente disponibili. In questo modo gli è stato semplice individuare Trump.

Secondo il NYT, ci sono voluti pochi minuti per resettare un telefono dei servizi segreti, ed hanno così potuto seguire gli spostamenti del presidente dalla sua casa di Mar-a-Lago in Florida, fino a uno dei campi da golf di proprietà di Trump.

I dati del telefono hanno permesso anche di identificare la casa dell’agente dei servizi segreti, rendendo così semplice individuare il suo nome, il nome del coniuge e altri dettagli privati.

I servizi segreti non hanno voluto commentare il report del NYT.

Il NYT avverte che la tecnica di localizzazione è semplice da applicare ad altri funzionari della Casa Bianca e del Congresso, del Pentagono, dell’FBI e della Corte Suprema, poiché la tecnica è in grado di rintracciare gli smartphone “in quasi tutti i principali edifici e strutture governative di Washington”, basta seguirli per conoscere l’identità dei proprietari.

Il giornale accusa l’applicazione inadeguata e l’incoerenza delle norme di sicurezza federali che dovrebbero garantire la privacy dei dipendenti e prevenire le perdite di dati, ed ha anche affermato che i produttori di smartphone e di app sono in parte responsabili di metodi di raccolta delle informazioni personali attraverso i dispositivi dei rispettivi proprietari.

Donald Trump - Sputnik Italia
Cosa implicherà l’impeachment di Trump?

Gli specialisti che hanno collaborato con il NYT, hanno fatto notare che gli avversari degli Usa come Cina, Russia e Corea del Nord e altri, stanno certamente provando a ottenere questo tipo di informazioni sensibili legati ad alti funzionari statunitensi.

Le preoccupazioni sulla privacy alimentate dalla tecnologia degli smartphone sono cresciute esponenzialmente negli ultimi anni. Attivisti, specialisti e i governi, esprimono preoccupazione per la raccolta e diffusione senza scrupoli di informazioni private da parte delle aziende, Stati e bad actors.

Il mese scorso, Edward Snowden, ex dipendente della National security agency, trasformatosi in informatore, ha avvertito che i governi e le grandi aziende potrebbero presto ottenere una “irresistibile” concentrazione di potere con cui monitorare le persone illegalmente.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала