Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Migliaia di arresti in India durante i giorni di proteste contro la legge sulla cittadinanza

© REUTERS / Adnan AbidiLe poteste contro la legge sulla cittadinanza in India
Le poteste contro la legge sulla cittadinanza in India - Sputnik Italia
Seguici su
Più di 1.500 manifestanti sono stati arrestati in tutta l'India negli ultimi 10 giorni, mentre la polizia cerca di reprimere manifestazioni violente contro la legge sulla cittadinanza che secondo alcuni cittadini mina la costituzione secolare del paese.

Oltre ai 1500 arresti circa 4.000 persone sono state arrestate e poi rilasciate, hanno detto i funzionari. Lo segnala Reuters. 

Almeno 19 persone sono state uccise in scontri tra polizia e manifestanti da quando il parlamento ha approvato la legge l'11 dicembre. I critici della legge affermano che è discriminatoria verso i musulmani e minaccia l'etica laica dell'India perché rende la religione un criterio di cittadinanza.

La legge mira a garantire la cittadinanza alle minoranze delle fedi indù, buddista, cristiana, sikh, giainista e parsi dell'Afghanistan, del Pakistan e del Bangladesh a maggioranza musulmana, ritenuti lì vittime di persecuzioni. Per poterla richiedere bisogna essere entrati in India entro il 31 dicembre 2014.

Centinaia di manifestanti e poliziotti sono rimasti feriti nelle proteste, le più violente contro il governo nazionalista indù del Primo Ministro Narendra Modi da quando è stato eletto per la prima volta nel 2014.

Modi ha incontrato sabato il suo consiglio dei ministri per discutere delle misure di sicurezza legate alle proteste, hanno riferito fonti governative.

Le dimostrazioni sono proseguite sabato nonostante il coprifuoco e le misure severe volte a sedare le proteste.

Lo stato più popoloso dell'India, Uttar Pradesh, ha visto la peggiore violenza con nove persone uccise e molte altre in condizioni critiche in ospedale. Lo stato, che da tempo vede scontri tra la maggioranza degli indù e i musulmani di minoranza, è governato dal partito nazionalista di Modi.

© SputnikLe poteste contro la legge sulla cittadinanza in India
Le poteste contro la legge sulla cittadinanza in India - Sputnik Italia
1/3
Le poteste contro la legge sulla cittadinanza in India
© SputnikLe poteste contro la legge sulla cittadinanza in India
Le poteste contro la legge sulla cittadinanza in India - Sputnik Italia
2/3
Le poteste contro la legge sulla cittadinanza in India
© SputnikLe poteste contro la legge sulla cittadinanza in India
Le poteste contro la legge sulla cittadinanza in India - Sputnik Italia
3/3
Le poteste contro la legge sulla cittadinanza in India
1/3
Le poteste contro la legge sulla cittadinanza in India
2/3
Le poteste contro la legge sulla cittadinanza in India
3/3
Le poteste contro la legge sulla cittadinanza in India
Altre manifestazioni sono state programmate in diverse parti del paese, compreso lo stato nord-orientale dell'Assam. Il risentimento nei confronti degli immigrati clandestini dal Bangladesh è da anni in fermento nell'Assam, uno degli stati più poveri dell'India, dove alcuni residenti accusano estranei, indù o musulmani, di aver rubato lavoro e terra.

Sabato, organizzazioni e accademici indù di destra hanno espresso il loro sostegno alla legge. Oltre 1.000 professori e studiosi si sono congratulati con il parlamento e il governo per quello che hanno detto che era una legge progressista che difende le minoranze dimenticate.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала