Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Il Mose di Venezia e la sala di controllo avveniristica, con i computer del 2010

© AP Photo / Luca BrunoVenezia
Venezia - Sputnik Italia
Seguici su
Il Mose di Venezia presto avrà il suo super cervello elettronico per il controllo e la gestione, ma i PC che dovranno interfacciarsi con il cervello sono vecchi del 2010 e andranno sostituiti.

Il Mose di Venezia è l’opera ingegneristica che a regime dovrebbe proteggere Venezia dalle ondate di acqua troppo alta. Mentre ci sono dubbi che quest’opera, iniziata 16 anni fa e non ancora conclusa, possa contrastare ondate come le ultime che hanno danneggiato la città, proseguono i lavori di ultimazione delle sale di controllo del Mose.

La gara di appalto è stata affidata a Fastweb, che deve occuparsi di creare la rete di comunicazione dedicata tra Mose, cervelli elettronici e sale di controllo, e alla società italiana Dba spa che si è occupata di creare i software di gestione del Mose.

Purtroppo i computer che gestiscono e che dovranno gestire i dati provenienti dai cervelli del Mose, sono del 2010, una tecnologia vecchia rispetto ai software appena creati. Per tale motivo andranno sostituiti con PC recenti. Lo riporta Il Gazzettino, che ha intervistato il fondatore della Dba, l’ingegnere Francesco De Bettin, il quale spiega come funzionerà il sistema di controllo digitalizzato del Mose.

Tre cervelli, tre sale di controllo

Il sistema creato dalla Dba spa, prevede tre cervelli, ovvero tre software di gestione che replicano in ogni parte il funzionamento reale del Mose. La necessità di crearne tre è legata alla sicurezza. Infatti, gli altri due hanno il compito di entrare in campo nel momento in cui si dovessero presentare delle criticità o delle situazioni di malfunzionamento.

Il sistema è stato pensato anche in ottica di sicurezza informatica, ecco perché tre repliche dello stesso software: uno per la gestione quotidiana, il secondo di back up e il terzo di disaster recovery.

Il software è già pronto, afferma il fondatore della Dba, e con piccole modifiche e dopo i collaudi sarà pronto a funzionare per 50 anni.

Ora si attende che il Mose sia completato prima che anche il software diventi obsoleto.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала