Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La procura boliviana ordina l'arresto di Morales

© REUTERS / Agustin MarcarianEvo Morales
Evo Morales - Sputnik Italia
Seguici su
Morales ha fatto un passo indietro lo scorso mese dopo le proteste di massa contro la sua vittoria alle elezioni di ottobre, che erano dichiarate fraudolenti dalle opposizioni. Morales al momento è in Argentina dove ha ottenuto lo status di rifugiato.

Il nuovo ministro dell'Interno boliviano Arturo Murillo ha pubblicato su Twitter un mandato di arresto per l'ex presidente Evo Morales.

In base al testo del documento, la decisione di dichiararlo ricercato è stata presa nell'ambito di un'inchiesta per incitamento alla ribellione, terrorismo e finanziamento del terrorismo.

Il ministro dell'Interno ha già promesso di assicurare alla giustizia l'ex presidente, accusando Morales di incitare alle proteste antigovernative che, come sostenuto da Murillo, equivale al terrorismo.

L'ex presidente boliviano, Evo Morales, è stato costretto a fuggire dal suo Paese, riparando in Messico, dopo aver riportato la vittoria alle elezioni politiche tenutesi lo scorso 20 di ottobre, assicurandosi il quarto mandato consecutivo.

Alla sua dipartita hanno fatto seguito intense ondate di proteste contro l'istituzione di un esecutivo ad interim, presieduto dalla senatrice Jeanine Anez, che sono state duramente represse dalla polizia.

Recentemente è stato annunciato che le nuove consultazioni politiche, alle quali non si candideranno né Morales, né la stessa Anez, dovrebbero tenersi a marzo 2020.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала