Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Orche in visita nel porto di Genova, ritornano in Islanda – Video

© Sputnik . Russian Federal Research Institute of Fisheries and Oceanography / Vai alla galleria fotograficaOrca liberata dalla “prigione delle balene russa”
Orca liberata dalla “prigione delle balene russa” - Sputnik Italia
Seguici su
Le orche di Genova lasciano il porto e si dirigono verso il mare aperto? Il video di un marinaio mostra il gruppo a Vado Ligure. Dove saranno dirette? Restano i misteri.

Le orche avvistate nel porto di Genova lo scorso 2 dicembre sembra che stiano finalmente lasciando Genova. Lo riferisce sulla sua pagina Facebook Tethys research institute, istituto di ricerca marina che segue il gruppo di cetacei sin dall’inizio.

Sul gruppo di cetacei si è concentrata l’attenzione di tutta la Genova che opera in mare, anche la Guardia Costiera con i suoi elicotteri ha monitorato le orche, di cui in seguito si è scoperta la provenienza confrontando le fotografie scattate con quelle a disposizione della comunità scientifica.

Così si è scoperto non solo che provengono dall’Islanda e hanno compiuto un viaggio di oltre 5.500 chilometri, ma che hanno anche un nome: Riptide, Acquamarin, Dropi. Sono i nomi dati dall’associazione islandese Menkab che per prima li aveva catalogati nelle acque da dove il gruppo proviene.

Come mai sono giunte fino a Genova? Questo resterà forse un mistero, così come potrebbe restare un mistero la meta – o la tappa – del loro avventuroso viaggio che hanno appena iniziato lasciando il porto della città ligure. Viaggio avventuroso non privo di sofferenze, come la morte di un piccolo di orca che non ha retto alla lunga traversata.

Il video delle orche di Genova che lasciano la città

Un passeggero di una imbarcazione ha incrociato le orche a Vado Ligure e ha condiviso il video con il Tethys che ha prontamente pubblicato il video su Facebook per la massima condivisione della notizia.

Foto delle orche di Genova

In queste foto le orche nel porto di Genova Prà. Alle attività di monitoraggio hanno collaborato Guardia Costiera, Whalewatch Genova e i cetologi di Tethys.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала