Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Migranti, segretario generale Onu bacchetta la Ue: "non ha sostenuto l'Italia"

© REUTERS / Lucas JacksonAntonio Guterres
Antonio Guterres - Sputnik Italia
Seguici su
Nell'aula di Palazzo Madama si è svolta la cerimonia di allocuzione del segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres.

Oggi nel Senato italiano è intervenuto il segretario delle Nazioni Unite Antonio Guterres. Ha affrontato molti temi d'attualità della politica internazionale con focus sull'Europa, dalla conferenza sul clima di Madrid Cop25, al ruolo della Ue per finire su crisi libica e questione migratoria.

Parlando di politica migratoria, Antonio Guterres ha formulato delle critiche all'indirizzo della Ue, colpevole di non aver fornito l'assistenza necessaria ai Paesi del Mediterraneo, Italia e Grecia su tutti.

Sull'emergenza migratoria "gli Stati mediterranei come Italia e Grecia hanno diritto alla solidarietà e al supporto da parte del resto dell'Unione europea ma finora non abbiamo visto questa solidarietà e questo supporto pienamente materializzati", ha detto il Segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres nella sua allocuzione nell'aula di Palazzo Madama.  

Roberto Fico: "migranti non si fermano con muri o fili spinati"

Il presidente della Camera è intervenuto a Palazzo Madama prima dell’allocuzione del segretario general delle Nazioni Unite Antonio Guterres. Ha evidenziato il ruolo dell'Onu a difesa delle persone più fragili e sostenuto l'idea che i flussi migratori vadano "gestiti in modo sicuro e ordinato", respingendo categoricamente l'uso di muri e fili spinati.

L’Onu svolge "un’opera importante di tutela delle persone più fragili" e un anno fa "veniva approvato il Patto mondiale per una migrazione sicura, ordinata e regolare che mira a stabilire un quadro per gestire i flussi sempre maggiori di persone in fuga da conflitti, persecuzioni e povertà, nel rispetto dei diritti fondamentali e senza illudersi di poterli bloccare con muri o fili spinati", le parole di Fico.

Casellati: avviare percorso per soluzione pacifica in Libia

La presidente del Senato Elisabetta Casellati, riprendendo l'idea di Fico sul controllo sicuro e ordinato dei flussi migratori, ha poi parlato di crisi libica, chiedendo alle Nazioni Unite di farsi promotore di un processo politico che porti ad una soluzione pacifica.

"Vi è l'aumento demografico che genera grandi spinte migratorie che possono essere regolate solo a livello mondiale. E ciò per garantire la crescita delle legittime aspettative di benessere da parte di tutti i popoli in un contesto capace di superare le tensioni, l'instabilità sociale e le conflittualità. Tensioni e instabilità che crescono ogni giorno nella regione mediterranea; e qui davanti alle nostre coste la situazione della Libia ne è l'eloquente testimonianza. Un paese dove, signor Segretario Generale, le Nazioni Unite svolgono un ruolo cruciale, sulla base del serio lavoro portato avanti dal Suo Rappresentante Speciale. Un lavoro prezioso per avviare un percorso politico che porti ad una soluzione pacifica".

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала