Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Libia, combattimenti a sud Tripoli nel giorno della visita di Di Maio

© AP Photo / Mohamed Ben KhalifaTripoli, Libia
Tripoli, Libia - Sputnik Italia
Seguici su
L’Esercito Nazionale Libico (LNA) con il maresciallo Khalifa Haftar al comando sferra l’offensiva e avanza al sud della capitale libica Tripoli, riporta il canale televisivo Al-Arabiya, citando la propria fonte militare.

Nella settimana scorsa il maresciallo Khalifa Haftar ha annunciato “la tappa finale” dell’offensiva e l'avanzamento verso il centro di Tripoli. Le forze fedeli all’insediato Governo dell’Accordo Nazionale (GNA) a Tripoli si sono preparate al pronto impiego. LNA dichiara di essersi avanzato mentre GNA nega queste informazioni.

Secondo la fonte, l'LNA sta combattendo con pertinacia contro le forze di GNA e sta avanzando in tutte le direzioni, in particolare nelle aree di Salah al-Din, al-Saidia e Yarmouk nel sud di Tripoli. L’emittente ha anche riferito che l’esercito di Haftar ha preso il controllo sopra la zona di al-Zahra, che era stata lasciata dalle forze di GNA.

Il portavoce dell’Esercito Nazionale Libico Khaled al-Mahjoub ha riferito al canale tv Sky News Arabia che le truppe del GNA hanno iniziato il ritiro dalle sue posizioni a Tripoli.

Proprio oggi a Tripoli si è recato il ministro degli esteri Luigi Di Maio. Quest'ultimo è atterrato stamani in Libia, dove ha incontrato il presidente del GNA Fayez al Sarraj, il vicepresidente del consiglio presidenziale Ahmed Maitig, il ministro degli Affari esteri Mohamed Siala e il ministro degli Interni Fathi Bashaga. Tra gli argomenti che potrebbe toccare Di Maio oggi ci sono una possibile tregua nel conflitto, l’economia e la cooperazione nel gestire la situazione con i rifugiati.

La guerra in Libia

Dopo il rovesciamento e l'omicidio di Muammar Gheddafi nel 2011, in Libia ha avuto inizio un periodo di forte crisi politica. Il paese si trova ora spaccato a metà, governato da due distinte autorità. A est si trova il Parlamento eletto dal popolo, mentre a ovest, nella capitale Tripoli, ha sede un Governo di accordo nazionale, guidato da Fayez al-Sarraj e sostenuto da ONU e UE. Le autorità della zona orientale agiscono indipendentemente da Tripoli e collaborano con l’Esercito nazionale libico, guidato da Khalifa Haftar.

Il 4 aprile, il maresciallo Khalifa Haftar ha ordinato alle sue forze di lanciare un’offensiva contro la capitale per "liberarla dai terroristi". Le unità armate fedeli al governo di Tripoli hanno annunciato l'inizio dell'operazione di risposta "Vulcano di rabbia". Al momento continuano le battaglie di posizione nell'area della capitale libica. Secondo l'OMS, il bilancio delle vittime negli scontri ha superato le 450 persone, mentre sono più di 2100 i feriti.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала