Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Gli USA potrebbero finire a corto di bombe intelligenti - National Interest

© AFP 2021 / Paul CROCKBombardiere americano B-52
Bombardiere americano B-52 - Sputnik Italia
Seguici su
Al giorno d'oggi è impensabile condurre delle operazioni belliche senza impiegare questo tipo di armamento.

Dagli anni Ottanta, le bombe intelligenti sono diventate un 'must have' della guerra moderna. Una bomba guidata con sistema di navigazione GPS, o laser, può colpire un bersaglio in maniera chirurgica laddove un bombardiere della Seconda guerra mondiale avrebbe fallito.

Sembrerebbe che oggi, però, una delle maggiori potenze del mondo, gli Stati Uniti, si troverebbero ad affrontare un grosso problema di penuria delle riserve di PGM (precision-guided munitions).

Come riporta la rivista National Interest , il Servizio per la ricerca del Congresso americano (CRS) ha presentato un rapporto che mette a nudo "una forte carenza di ogni tipo di PGM" (acronimo utilizzato per definire genericamente le bombe e i missili intelligenti, ndr).

Sia i JASSM (Joint Air-to-Surface Standoff Missile), missile da crociera aria-terra a bassa osservabilità del costo di 1 milione di dollari, che i LRASM (Long Range Anti-Ship Missile), missile stealth anti-nave, e gli AARGM (Advanced Anti-Radiation Guided Missile), missile antiradar a medio raggio, sono dei sistemi di armamento assolutamente indispensabili in caso di conflitto per gli Stati Uniti e la loro penuria preoccupa non poco i vertici del Pentagono.

Le preoccupazioni del Pentagono

In caso di scontro in campo aperto, infatti, sia la Russia che la Cina si troverebbero in una posizione di assoluto vantaggio, come confermato da uno studio pubblicato lo scorso mese; quest'ultimo metteva in guardia il Regno Unito circa il fatto che le sue forze di terra verrebbero semplicemente spazzate via in caso di attacco in Est Europa da parte dell'artiglieria russa.

"La Cina e la Russia hanno sviluppato dei sistemi molto sofisticati negli ultimi 10 anni, mentre il Dipartimento della ha realizzato ben poco. Alcuni analisti sono preoccupati circa le capacità di approviggionamento delle munizioni per tali sistemi", si legge nel rapporto del CRS.

Ad incutere maggiormente timore è il ritmo di produzione delle PGM, ritenuto decisamente troppo lento a Washington.

Un caccia F-16  - Sputnik Italia
USA dispongono di una tecnologia capace di trasportare una persona dovunque in meno di un'ora
"Un altro potenziale problema [...] è che la base produttiva per la fabbricazione di PGM potrebbe non essere sufficiente, specie in caso di sensibile aumento della domanda come potrebbe essere il caso durante un conflitto di lunga durata".

Infine, l'ultima nota dolente riguarda la produzione dei componenti necessari all'assemblaggio delle bombe intelligenti che, come accade per molte altre merci americane, vengono importate dall'estero. Tale circostanza, di fatto, mette a serio rischio tutta la catena produttiva in caso, a titolo di esempio, di embargo da parte di uno o più dei Paesi esportatori.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала