Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Trump sull'impeachment: "Democratici sono partito dell'odio"

© REUTERS / Tom BrennerU.S. President Donald Trump delivers remarks to the press before boarding Marine One at the South Lawn of the White House in Washington, U.S., December 2, 2019
U.S. President Donald Trump delivers remarks to the press before boarding Marine One at the South Lawn of the White House in Washington, U.S., December 2, 2019 - Sputnik Italia
Seguici su
I due atti decisivi del processo sull'Ucrainagate si terranno il 18 dicembre, con il voto alla Camera, e ai primi di gennaio, quando invece ad esprimersi sarà il Senato.

L'approvazione dei capi d'imputazione nel processo d'impeachment mettono Donald Trump in una situazione di molto complicata, che comporta il rischio per il Tycoon di diventare il terzo presidente della storia degli USA ad essere condannato per reati contro la costituzione.

Trump però non ci sta e su Twitter ha espresso le proprie rimostranze nei confronti del processo ordito dai Democratici e ritenuto sin dalla sua formalizzazione "un imbroglio".

"Non è giusto che io venga messo in stato d'accusa, i democratici sono diventati il partito dell'odio. Sono un male per il Paese", ha tuonatoTrump.

​I prossimi passi del processo di impeachment

Ora la parola passerà alla Camera a maggioranza democratica, dove è molto probabile che l'accusa venga confermata.

Scenario totalmente diverso, tuttavia, quello che dovrebbe svolgersi in Senato, dominato invece dai repubblicani e circa il quale lo stesso Trump non nutre dubbi.

"Il partito repubblicano è più unito che mai e l'approvazione nei miei confronti al suo interno è al 95%", si legge su Twitter.

​L'Ucrainagate

Donald Trump è accusato di aver esercitato indebite pressioni su capi di stato stranieri, in particolare il presidente dell’Ucraina, al fine di ottenere l’avvio di indagini contro Joe Biden, ex vice presidente degli Stati Uniti quando era presidente Barack Obama.

Secondo l’accusa, Trump avrebbe tentato di far avviare le indagini per mettere sotto accusa il figlio di Biden, Hunter, per le sue attività nel gruppo Burisma, così da screditare il padre e indebolire la sua candidatura alle prossime elezioni presidenziali Usa del 2020, dove l'ex vice di Obama dovrebbe presentarsi con i gradi di primo sfidante del Tycoon.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала