Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Nucleare: India si dota del primo sottomarino con missili balistici

Seguici su
Il primo sottomarino missilistico balistico costruito dall'India ha completato la sua prima pattuglia. Avere solo una di queste imbarcazioni potrebbe non sembrare molto, ma per New Delhi è una svolta storica.

L’INS Arihant ("Foeslayer") è il primo sottomarino a propulsione nucleare costruito dall’India e armato di missili balistici a capacità nucleare (SSBN). Il suo ritorno in porto dopo una pattuglia di 20 giorni all'inizio di novembre, è stato accolto con grandi celebrazioni. Il primo ministro Narendra Modi si è congratulato personalmente con "tutte le persone coinvolte" per quello che ha definito un "risultato, che sarà sempre ricordato nella nostra storia".

Si potrebbe pensare che sia un po troppo entusiasmo per un solo sottomarino SSBN, quando l'India è una delle nazioni più popolose del mondo, circondata dall'oceano su tre lati. Tuttavia, l’Arihant è molto più significativo di quanto si possa pensare. Con il suo completamento, l'India rientra nella schiera di paesi dotati di una cosiddetta triade nucleare (aerei, missili terrestri e sottomarini in grado di usare armi atomiche). A differenza dei bombardieri e dei missili terrestri, i sottomarini sono probabilmente i più difficili da distruggere.

Secondo colpo nucleare garantito

Non è un segreto che l'India si trovi in un ambiente geopolitico piuttosto teso. La nazione è praticamente l'unico paese che ha due potenze nucleari - il Pakistan e la Cina - come vicini di casa, e, contemporaneamente, con i quali ha controversie territoriali irrisolte che hanno già portato a guerre in passato

New Delhi è impegnata in una dottrina nucleare "senza primo colpo". Eppure lo spettro di un conflitto nucleare incombe ancora sulla regione, anche a causa delle sue relazioni estremamente difficili con il Pakistan peggiorate a causa del terrorismo transfrontaliero.

Il Pakistan è armato di ordigni nucleari tattici, tuttavia questi potrebbero spingere a un conflitto convenzionale, che a sua volta potrebbe potenzialmente degenerare rapidamente in un conflitto nucleare".

Quindi in che maniera l'Arihant cambia l’equilibrio geopolitico? 

Un sottomarino solitario in agguato da qualche parte nelle profondità oceaniche non è certamente un obiettivo facile, il che lo rende ideale per sopravvivere a un primo attacco nucleare disarmante e garantire ritorsioni.

L'Arihant fornisce all'India una capacità di secondo colpo garantita nel caso di uno scenario di attacco nucleare" e, l'esistenza di tale capacità, a sua volta, aumenta la posta in gioco in un potenziale conflitto nucleare, rendendolo meno probabile e garantendo una situazione di sicurezza generale più stabile.

Questo funzionerebbe in qualche maniera anche per la Cina che ha dozzine di sottomarini di attacco sia a propulsione nucleare sia diesel-elettrici e possiede almeno quattro missili balistici, secondo alcuni rapporti. Tuttavia, la possibilità di ritorsioni potrebbe ridurre significativamente anche il rischio di conflitto anche con Pechino.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала