Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Open, Renzi: "La magistratura invade il campo della politica"

© Foto : Evgeny UtkinMatteo Renzi
Matteo Renzi - Sputnik Italia
Seguici su
Matteo Renzi cita Moro e Craxi in Senato, indicando l'intervento della magistratura per la vicenda Open come una minaccia alla separazione dei poteri. "Siamo alla barbarie".

"La magistratura ha fatto una pericolosa 'invasione di campo", ha detto oggi Renzi durante il dibattito in Senato sui finanziamenti ai partiti, riferendosi alla vicenda Open

"La magistratura pretende di decidere cosa è un partito e cosa no. E se al Pm affidiamo non già la titolarità dell'azione penale ma dell'azione politica, questa Aula fa un passo indietro per pavidità e lascia alla magistratura la scelta di cosa è politica e cosa non lo è".

"Non è uno stato di diritto questo, siamo alla barbarie", ha aggiunto lui.

No alle persecuzioni giudiziarie

Durissimo l'intervento di Matteo Renzi, che prende parola in Senato citando Aldo Moro.

"Non è la prima volta che un ex premier affronta questo tema, era accaduto nel 1977 quando Aldo Moro utilizzò parole notevoli nei confronti di altre forze politiche e di chi voleva processare nelle piazze un altro partito: 'non ci faremo processare nelle piazze'", ha detto il leader di Iv, ricordando le dimissioni del Presidente della Repubblica Leone per "uno scandalo montato ad arte". 

Con un passaggio si sofferma anche sulla vicenda di Bettino Craxi, anche lui trascinato fuori dall'arena politica per l'inchiesta Tangentopoli che investì l'Italia nel 1991 ponendo fine alla prima repubblica, citandone un suo storico aforisma: "Ho imparato ad avere orrore del vuoto politico".

E "di questo discutiamo ancora oggi - ha puntualizzato Renzi - stiamo discutendo della debolezza della politica, non del finanziamento illecito ai partiti".

Precisa anche che il diritto e la giustizia sono una cosa diversa dal giustizialismo: "contestateci per le nostre idee o per il jobs act ma chi volesse contestarci per via giudiziaria sappia che dalla nostra parte abbiamo il coraggio di dire che diritto e giustizia sono diversi dal giustizialismo".

In riferimento alla vicenda legata alla Fondazione Open c'è stata "una violazione sistematica del segreto d'ufficio sulle vicende personali del sottoscritto" aggiunge poi Renzi.

"Oggi - ha precisato - non parliamo di un'inchiesta, discutiamo della separazione dei poteri".

Le reazioni del Senato

A sostegno di Renzi è arrivata la senatrice Emma Bonino che ha ricordato che "i processi si fanno in tribunale, né sulla carta stampata né su Facebook né da nessuna altra parte e la presunzione di innocenza deve essere un caposaldo non a fasi alterne ma che difende tutti i cittadini. Sta ad altri provare la colpevolezza, non a noi provare l'innocenza".

Il discorso di Renzi ha riscosso l'apprezzamento di Bobo Craxi: "Bene coraggio Renzi su discorso'92".

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала