Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Antibiotici in Italia, tutte al sud le regioni dove se ne consumano di più

© Depositphotos / SnowingMedico mostra medicine a un paziente
Medico mostra medicine a un paziente - Sputnik Italia
Seguici su
Secondo quanto riferito da Aifa, nel suo rapporto nazionale riguardo l'uso degli antibiotici in Italia, la Calabria risulta essere uno dei principali consumatori di tale tipologia di farmaci a livello europeo. L'aumento nel consumo di antibiotici lancia l'allarme per l'antibiotico-resistenza.

L’antibiotico-resistenza rappresenta una delle principali problematiche di salute pubblica a livello globale. Il Ministero della Salute ha redatto, attraverso l'Aifa, un rapporto sull'uso degli antibiotici in Italia nel 2018 nella settimana mondiale OMS della consapevolezza sull’uso degli antibiotici. 

"Analizzando i consumi su base regionale, il Sud risulta più incline all’utilizzo di antibiotici con valori di DDD/1000 ab die e di spesa pro capite più elevati. In particolare Campania, Calabria e Puglia mostrano il più alto consumo (rispettivamente di 23,4, 20,6 e 20,5 DDD/1000 ab die) e la più alta spesa pro capite (rispettivamente 18,6 euro, 16,1 euro e 14,8 euro). Le Regioni del Nord si distinguono per un consumo e una spesa pro capite inferiore rispetto alla media nazionale", si legge nel rapporto "L'uso degli antibiotici in Italia - rapporto nazionale 2018" condotto da Aifa.

​​"La situazione italiana è critica sia per quanto riguarda la diffusione dell’antibiotico-resistenza sia per il consumo degli antibiotici; infatti, nonostante il trend in riduzione, il consumo continua a essere superiore alla media europea, con una grande variabilità tra le regioni", si continua a leggere nel rapporto.

Il rischio di sviluppare antibiotico-resistenza

"Ogni assunzione di antibiotici concorre a sviluppare l’antibiotico-resistenza. Pertanto, utilizzare gli antibiotici con consapevolezza e solo quando necessario è una condizione essenziale per contrastare il fenomeno sempre più preoccupante dell’antibiotico-resistenza e fare in modo che questi farmaci possano continuare ad essere efficaci nel tempo. Monitorare i dai dati di consumo e analizzare l’appropriatezza d’uso ci consente di identificare le aree di maggiore criticità su cui agire con strategie mirate per promuovere un uso più appropriato di questi farmaci", ha affermato il Direttore Generale di Aifa Luca Li Bassi alla presentazione a Roma del rapporto.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала