Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Trump minaccia dazi da $2,4 mlrd contro Italia e Francia in risposta a digital tax a Google e Apple

© REUTERS / Siphiwe SibekoPresidente degli Stati Uniti Donald Trump
Presidente degli Stati Uniti Donald Trump - Sputnik Italia
Seguici su
Gl Stati Uniti hanno proposto dazi pari a $2,4 miliardi su merci e prodotti francesi e italiani in risposta alle tasse sui ricavi digitali delle grandi aziende tecnologiche americane come Google, Apple, Facebook e Amazon.

I paesi che hanno già imposto o prevedono di introdurre una digital tax sui ricavi dei colossi dell’IT americani verranno colpiti da dazi fino al 100%. L’Italia non ha ancora una digital tax, mentre la Francia ha introdotto una tech tax che dovrebbe entrare in vigore a gennaio con un 3% retroattivo sui ricavi delle aziende tecnologiche americane.

I prodotti francesi che verrebbero colpiti dai dazi sono vini frizzanti, borse da donna e cosmetici in primo luogo. Le tariffe verrebbero imposte a partire da gennaio 2020, scadenza fino alla quale le parti interessate avranno la possibilità d'intervenire. Martedì il ministro delle finanze francese Bruno Le Maire dovrebbe esprimersi.

Annunciando la decisione, l'ufficio del rappresentante commerciale degli Stati Uniti ha dichiarato che la tassa sui servizi digitali in Francia "discrimina le società statunitensi".

Robert Lighthizer, il Rappresentante per il Commercio degli Stati Uniti d'America (USTR), ha affermato che sta anche valutando se avviare delle indagini su simili tasse digitali da parte di Austria, Italia e Turchia. La mossa arriva ore dopo che il presidente Donald Trump ha annunciato una nuova serie di tariffe su acciaio e alluminio provenienti da Argentina e Brasile.

"La decisione dell’USTR oggi invia un chiaro segnale che gli Stati Uniti prenderanno provvedimenti contro i regimi fiscali digitali che discriminano o impongono in altro modo oneri esorbitanti sulle società statunitensi", ha affermato Lighthizer. "L'USTR si concentra sulla lotta contro il crescente protezionismo degli Stati membri dell'UE, mirato ingiustamente alle aziende statunitensi".

Il rapporto di lunedì conclude un'indagine di oltre quattro mesi (nota come un'indagine della Sezione 301) sul regime fiscale francese, la quale, come Lighthizer ha affermato a luglio, "mira ingiustamente alle società americane". La stessa legge è stata utilizzata lo scorso anno per esaminare le pratiche di proprietà intellettuale della Cina ciò ha portato a tariffe per oltre $360 miliardi di beni cinesi.

Trump in agosto ha suggerito tariffe fino al 100% sul vino francese e ha detto ai suoi consiglieri che, sebbene non sia generalmente un grande ammiratore delle società tecnologiche statunitensi, ritiene che dovrebbero essere gli Stati Uniti, non altri paesi, a tassarle.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала