Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

ONU, la Cina accusa Michelle Bachelet di ingerenza "inappropriata" negli affari interni

© AP Photo / Ariana CubillosMichelle Bachelet
Michelle Bachelet - Sputnik Italia
Seguici su
Pechino ha accusato Michelle Bachelet di interferenza "inappropriata" negli affari interni, dopo che l'alto commissario per i diritti umani ha chiesto un'indagine indipendente sull'uso della forza contro i manifestanti di Hong Kong.

Su tutte le furie Pechino per le parole dell'ex presidente del Cile, Michelle Bachelet, che attualmente ricopre l'incarico di Alto Commissario dei Diritti Umani all'Onu. Con un articolo, pubblicato sabato 30 novembre sul South China Morning Post, la commissaria cilena ha invocato un'indagine indipendente sull'uso della forza che la polizia avrebbe usato contro i manifestanti di Hong Kong, da mesi in rivolta.

L'ex presidente del Cile ha chiesto al Governo cinese di dare la priorità al dialogo e ad adottare misure quali "l'investigazione adeguata, indipendente e imparziale da parte di giudici, relativamente ai report sull'uso eccessivo della forza da parte della polizia". 

"Un commento inappropriato sulla situazione della Regione Amministrativa Speciale di Hong Kong della Repubblica Popolare della Cina", commenta l'ambasciata cinese a Ginevra, secondo cui la Bachelet "interferisce negli assunti interni del Paese e viola i propositi e i principi della Carta delle Nazioni Unite", che pone il principio di autodeterminazione dei popoli come fondamento del diritto internazionale. 

Nella loro replica, le autorità cinesi hanno sottolineato come l'articolo della Bachelet costituisce una pressione esterna verso il governo e le forze dell'ordine di Hong Kong. Allo stesso modo potrà spingere i manifestanti più radicali a un aumento del livello di violenza. "Dinnanzi a crimini violenti dei manifestanti più radicali, la polizia di Hong Kong ha compiuto il suo dovere e ha usato la massima moderazione e professionalità per assicurare l'ordine pubblico", si legge nel testo.  

"Il governo cinese è risoluto nel salvaguardare la sovranità nazionale, la sicurezza e gli interessi dello sviluppo, così come applicare il principio "un paese, due sistemi" e opporsi a qualsiasi ingerenza straniera negli affari interni di Hong Kong", prosegue il comunicato. 

"Invitiamo l'Alto Commissario e al suo Ufficio a compiere strettamente i propositi e i principi della Carta delle Nazioni Unite, a guardare le vere intenzioni dei rivoltosi violenti di Hong Kong, di smette di fare commenti irresponsabili e di astenersi dai propositi di ingerenza perpetrati con qualsiasi mezzo nei confronti della Regione Amministrativa Speciale di Hong Kong della Repubblica Popolare della Cina", ha concluso la missione cinese.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала