Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Pechino: "politica unilaterale" USA continua ad alimentare la crisi in Medio Oriente

© Foto : Public domain/Sgt. Daniel ColeАмериканский военнослужащий НАТО на территории латвийской военной базы Адажи
Американский военнослужащий НАТО на территории латвийской военной базы Адажи - Sputnik Italia
Seguici su
Il Medio Oriente rimane turbolento, ma la "politica unilaterale" attuata dagli Stati Uniti continua solo a peggiorare la crisi nella regione, ha detto mercoledì il vice ministro degli Esteri cinese Chen Xiaodong, parlando al Forum di sicurezza del Medio Oriente a Pechino.

"Gli Stati Uniti, avendo un'enorme influenza in Medio Oriente, perseguono una politica egoistica e unilaterale a beneficio dei forti a spese dei deboli, che rimane il principale fattore della difficile situazione di sicurezza vista nella regione", ha detto Chen.

Il funzionario ha aggiunto che l'attuale situazione in Medio Oriente è il risultato di molti fattori diversi, tra cui differenze etniche, religiose e geopolitiche.

"La situazione in Medio Oriente oggi è tutt'altro che pacifica. Le tensioni nei luoghi critici sono in aumento, mentre l'instabilità politica e le crisi continuano a danneggiare numerosi paesi della regione", ha affermato.

Il ministro ha sottolineato che la pace globale rimarrà un'illusione se i conflitti in Medio Oriente continueranno a infiammare la regione.

Dal 27 al 28 novembre presso l'Istituto cinese di studi internazionali al Diaoyutai State Guesthouse a Pechino si terrà il Forum sulla sicurezza in Medio Oriente. Oltre 200 ospiti provenienti da oltre 30 paesi e organizzazioni internazionali, tra cui Cina, Russia, Stati Uniti, Turchia, Iran e Unione Europea, parteciperanno al forum.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала