Pompeo: nuove sanzioni all’Iran per presunti abusi dei diritti umani

© Sputnik . Ekaterina Lislova / Vai alla galleria fotograficaMike Pompeo durante l'incontro con Sergey Lavrov
Mike Pompeo durante l'incontro con Sergey Lavrov - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Mike Pompeo annuncia che ci saranno nuove sanzioni sull'Iran e i suoi funzionari, perché continuerebbero a violare i diritti umani. Il rapporto della UN Watch dice però qualcosa di diverso.

Il segretario di Stato Usa Mike Pompeo ha promesso che Washington continuerà a imporre sanzioni contro funzionari dell’Iran, per le loro presunte violazioni dei diritti umani.

“Abbiamo ricevuto fino a oggi quasi 20mila messaggi, video, immagini, foto, sugli abusi del regime via Telegram. Spero che continuino a essere inviati a noi. Continueremo a sanzionare i funzionari iraniani responsabili di queste violazioni dei diritti umani”, ha detto Pompeo ai giornalisti.

UN Watch loda comportamento Iran 

Le osservazioni arrivano dopo che l’organizzazione non governativa ginevrina UN Watch, ha riportato in novembre del buon comportamento dell’Iran in materia di diritti umani, riconosciuto anche dal Consiglio per i diritti umani delle Nazioni unite (HRC) durante l’esame periodico della documentazione riguardante la Repubblica islamica.

All’audizione dell’HRC hanno partecipato rappresentanti di 111 paesi, 95 dei quali hanno elogiato la condizione dei diritti umani in Iran, in particolare è stata elogiata dalla Corea del Nord, dal Qatar, dalla Bielorussia, Malesia, Iraq, Oman. Indonesia e Autorità Palestinese.

Un portavoce americano, a sua volta, ha detto che l’Iran ha “palesemente” violato “i diritti umani dei cittadini”, chiedendo alla Repubblica islamica di “rilasciare immediatamente tutti i prigionieri politici iraniani”.

La revisione periodica dell’HRC arriva dopo che il capo della magistratura iraniana Seyyed Ebrahim Raeisi ha affermato, a fine giugno, che gli Stati Uniti e i suoi alleati sono i peggiori trasgressori dei diritti umani in Medio Oriente. Lo riferisce l’agenzia Mehr News.

In particolare i diritti dei civili nello Yemen, che, secondo Raeisi, vengono violati dalla coalizione guidata dall’Arabia Saudita con la complicità di Washington.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала