Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

In Romania prima del letargo invernale sempre più orsi cacciano gli uomini

CC0 / / L'orso bruno
L'orso bruno - Sputnik Italia
Seguici su
In Romania sono diventati più frequenti gli attacchi di orsi bruni alle persone. Gli agricoltori locali fanno notare che la popolazione degli orsi è cresciuta bruscamente negli ultimi anni.

Gli orsi bruni danneggiano i campi, distruggono le colture alimentari e attaccano il bestiame. Anche gli abitanti di alcuni villaggi di campagna hanno paura di uscire di casa, perchè corrono il rischio di riscontrare un animale temibile.

Di solito gli orsi aggrediscono pastori e pescatori, riferisce il canale BBC. Nell’ultimo anno in Romania sei persone sono morte a causa di attacchi da parte degli orsi, di cui tre in un solo mese. In paragone con questo dato, nel periodo dal 2000 al 2015 dopo tali attacchi sono morte 11 persone.

In Romania abita la popolazione di orsi più numerosa d’Europa, sono in 6.000, e gli scontri con gli umani sono diventati più frequenti. Gli orsi bruni hanno bisogno di tante calorie prima di andare in letargo invernale. In cerca del cibo gli animali attraversano grandi distanze, entrano nei paesini ed escono sulle autostrade.

“In una notte ho contato 22 orsi nella mia zona”, racconta un cittadino del comune di Neaua. “In qualsiasi luogo che visito la gente dice che la popolazione di orsi è cresciuta talmente tanto che non è più possibile raccogliere qualcosa. Le persone sono costrette a lasciare i propri terreni perchè temono di uscire dai villaggi.

Un'altra testimonianza arriva da un pastore che ha raccontato come difendere il suo gregge di pecore dagli orsi stia diventando una faccenda sempre più complicata. “Quest'anno gli orsi hanno sbranato quattro pecore del gregge. Tutti i pastori hanno problemi con gli orsi. La situazione non è stata mai così grave”, ha raccontato il pastore rumeno.

Un orso bruno - Sputnik Italia
Orso bruno passeggia tra i turisti a Scanno
Molte persone credono che il drastico aumento della popolazione di orsi bruni in Romania sia dovuto al divieto di caccia imposto nel 2016. Nello scorso mese di settembre il parlamento rumeno ha proposto di autorizzare nuovamente la caccia agli orsi per cinque anni. Il disegno di legge ha suscitato grande indignazione da parte degli ambientalisti. Più di 100.000 persone hanno firmato un appello al World Wide Fund for Nature con una richiesta di blocco di questa mozione, soprattutto perché gli orsi bruni sono inclusi nell'elenco di 1.200 specie di animali e piante tutelati dall'Unione Europea.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала