Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Norvegia: manifestanti anti-islam bruciano corano in pubblico, aggrediti - Foto, Video

© AFP 2021 / JEAN-SEBASTIEN EVRARD Quran
 Quran  - Sputnik Italia
Seguici su
La protesta, durante la quali i membri di un'organizzazione anti-islamica locale hanno denunciato l'Islam come una religione di violenza e etichettando il profeta Maometto come un "pedofilo", sono culminate nel rogo di una copia del corano.

I leader musulmani di Agder, in Norvegia, hanno annunciato l'intenzione di presentare un rapporto della polizia dopo l'incendio del Corano verificatosi durante la manifestazione di sabato.

La dimostrazione di Stop Islamization of Norway (SIAN) a Kristiansand lo scorso sabato ha visto due copie del Corano essere  gettate in un bidone della spazzatura e un'altra incendiata dal leader dell'organizzazione Lars Thorsen.

​Durante l'evento, che è stato supervisionato da oltre una dozzina di poliziotti, i membri di SIAN hanno definito l'Islam "fascista" e una religione di violenza, etichettando il profeta Maometto come un "pedofilo", come si desume dal video.

La profanazione del Corano ha suscitato notevole rabbia tra gli oppositori del SIAN e i musulmani che si erano lì radunati per una contro-dimostrazione. Alcuni alla fine sono riusciti a passare oltre le barriere della polizia aggredendo Thorsen.

​Mentre la manifestazione è stata autorizzata dalla polizia, SIAN non ha ricevuto il permesso di bruciare il Corano, motivo per cui la polizia ha prontamente interferito per porre fine all'evento.

“Tali azioni sono controverse. C'è un forte impegno. Ed è per questo che non abbiamo permesso il rogo", ha dichiarato il capo della polizia di Agder Morten Sjustøl ad ABC Nyheter.

​"Dobbiamo concentrarci sul tradimento dei politici nei nostri confronti e contro i musulmani", ha detto Lars Thorsen.

Per sua stessa ammissione, ci sono diverse opinioni all'interno di SIAN sul bruciare o meno il Corano.

"Risulta essere un buon modo per visualizzare il potere negativo che è nell'Islam", ha spiegato Thorsen.

Il gruppo Stop Islamisation of Norway

Stop Islamization of Norway (SIAN) risale ai primi anni 2000. Il suo obiettivo dichiarato è contrastare la proliferazione dell'Islam, che considera un'ideologia politica totalitaria che viola la Costituzione norvegese, nonché i valori democratici e umani.

La comunità musulmana norvegese è cresciuta in modo esponenziale negli ultimi decenni e si stima che rappresenti il 5,7% della popolazione del paese di 5,2 milioni, rappresentando ben oltre il 10% o più in alcuni comuni.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала