Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Due giorni di onde e caramelle: turista si perde in mare aperto e sopravvive

© Sputnik . Pavel Lvov / Vai alla galleria fotograficaMare
Mare - Sputnik Italia
Seguici su
Una viaggiatrice neozelandese, alla deriva su una barca per due giorni in mare aperto, si è salvata grazie alle buste di plastica e alle caramelle.

La quarantasettenne Kushila Stein stava aiutando un suo amico britannico a trasportare una yacht dalla Turchia ad Atene. Venerdì scorso la turista ha attraccato l’imbarcazione nei pressi dell’isola di Policandro per esplorare i dintorni su una barca.

Mentre la donna stava tornando allo yacht, un remo è caduto in mare ed il forte vento, sollevando la barca, l'ha dirottata. Quando il telefono di Stein si è spento, la ragazza ha dovuto usare le sue capacità per poter sopravvivere.

La quarantasettenne si è avvolta con delle buste di plastica per non prendere freddo durante la notte e si è messa una borsa rossa in testa per essere visibile agli altri navigatori. Inoltre, ha legato una delle buste al remo rimasto, sventolandola ogni volta che vedeva un aereo in volo.
Siccome la viaggiatrice non aveva acqua potabile, ha dovuto mangiare le caramelle che erano nel suo zaino.
Il suo amico, che si trovava su uno yacht, sabato mattina si è accorto della scomparsa della donna e lo ha segnalato alla guardia costiera greca. Un elicottero, diverse barche e un drone sottomarino sono stati inviati alla ricerca della donna. Due giorni dopo è stata trovata 37 chilometri a sud dell'isola Policandro.

Ad agosto un uomo su un materassino dalle coste calabresi di Scilla è stato trascinato direttamente nello stretto di Messina. Il bagnante è stato recuperato dalla Guardia Costiera.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала