Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Mafia del Gargano, arrestati esponenti locali. Detenevano armi da guerra e droga

© East News / Sipa USACarabinieri
Carabinieri - Sputnik Italia
Seguici su
La mafia del Gargano subisce un duro colpo. I Carabinieri arrestano 15 persone a Vieste per traffico di droga e detenzione di armi da guerra nell'ambito dell'operazione “Neve di Marzo”.

L’operazione dei Carabinieri “Neve di Marzo” che ha visto impegnati un centinaio di carabinieri e unità cinofile, ha portato all’arresto di 15 pregiudicati a Vieste. L’accusa è di associazione a delinquere dedita al traffico di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti, detenzione e porto illegale di armi, e anche armi da guerra. Le accuse sono aggravate dallo scopo di aver avvantaggiato la mafia del Gargano.

Il Gargano è in questi ultimi tempi ostaggio delle famiglie mafiose, che hanno ripreso a spararsi per strada in una sanguinosa faida per il controllo delle attività illecite, tra cui appunto il traffico di droga e le estorsioni ai danni di commercianti e imprenditori locali.

La Procura della Repubblica – Dda di Bari, ha coordinato le indagini ed emesso l’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

Guardia di Finanza sequestra piantagione di canapa nel Gargano

Nel Comune di San Nicandro Garganico, la Guardia di Finanza, ieri 22 ottobre, ha sequestrato 60 piante di canapa indiana coltivate in un fitto bosco a ridosso della strada che collega i paesi di San Nicandro e San Marco in Lamis. L’appezzamento di terra è di proprietà del Comune.

I 33 chili di coltivazione illecita avrebbero potuto fruttare, una volta lavorati e immessi sul mercato illegale degli stupefacenti, circa 100mila euro.

I responsabili non sono per ora stati individuati, sul caso indaga la Procura di Foggia.

 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала