Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Accesso negato a Salvini nell'impianto per smaltimento rifiuti di Rocca Cencia

© AFP 2021 / Giuseppe CacaceMatteo Salvini
Matteo Salvini - Sputnik Italia
Seguici su
Salvini ospite non gradito: senza successo il blitz del leader della Lega all'impianto di smaltimento dei rifiuti indifferenziati di Rocca Cencia; l'azienda gestore della struttura gli ha negato l'accesso per "motivi di sicurezza”.

Il senatore e leader della Lega Matteo Salvini, insieme ad alcuni consiglieri regionali e comunali del suo partito ha provato ad entrare questa mattina nell’impianto romano per lo smaltimento dei rifiuti di Rocca Cencia, dove vengono lavorati con una tecnologia di trattamento a freddo i rifiuti indifferenziati, per effettuare un controllo.

L'Ama spa, l'azienda titolare dell'impianto, non ha autorizzato l’ingresso alla delegazione guidata da Salvini motivando la decisione per "interventi di manutenzione in corso".

"Non è possibile entrare nella struttura per motivi di sicurezza legati alla manutenzione in corso dell'impianto. È molto pericoloso per i lavoratori e per i visitatori", la spiegazione fornita dall'azienda.

A sua volta il leader della Lega ha commentato l'accaduto, caratterizzandolo come fatto "gravissimo". Ha inoltre annunciato di aver inviato una lettera al Prefetto di Roma, chiedendo di verificare la legittimità di questo comportamento da parte del management dell'impresa.

"Caro prefetto, questa mattina è accaduto un fatto a mio avviso gravissimo: è stato negato a me e a un gruppo di consiglieri regionali e comunali l’accesso all'impianto pubblico dell’Ama di Rocca Cencia a Roma impedendo così il mio diritto-dovere di controllo e verifica. Mi auguro che tu possa verificare la regolarità di questo assurdo divieto che mi è stato imposto contando quanto prima di poter visitare l’impianto".

In un post su Facebook ha inoltre gettato ombre sull'operato della sindaca pentastellata della capitale Virginia Raggi.

"Che cosa avrà la Raggi da nascondere??? State certi che sull'emergenza rifiuti andremo fino in fondo, i romani non meritano questo schifo."

Ha gettato benzina sul fuoco della polemica contro la prima cittadina di Roma Maurizio Politi, capogruppo della Lega in Campidoglio.

"La trasparenza della Giunta Raggi è morta dietro la loro arroganza. Dai lavoratori dentro l'impianto ci arrivano notizie agghiaccianti, probabilmente è questo il motivo per cui ci hanno negato la visita", ha dichiarato Politi.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала