Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Povertà: Campania e Sicilia peggio della Grecia

© Sputnik . Aleksander Vilf / Vai alla galleria fotograficaVie di Napoli
Vie di Napoli - Sputnik Italia
Seguici su
Il reddito di cittadinanza non basta a eliminare la povertà. In Sicilia e Campania, un cittadino su quattro percepisce un reddito inferiore del 60% rispetto alle altre regioni

Il 41,4% dei residenti in Campania, nonostante il reddito di cittadinanza, è a rischio povertà. Il suo reddito di un cittadino su quattro, dopo i trasferimenti sociali, è inferiore del 60% rispetto alla media delle altre regioni. Un dato preoccupante e in crescita, dato che l'anno scorso era "solo" il 34,3% dei cittadini ad essere a rischio povertà.

La stessa situazione in Sicilia, anche se in lieve calo. Il 40,7% dei residenti, nonostante misure si sostegno al reddito, assegni di disoccupazione o invalidità, è a rischio povertà e esclusione sociale. 

Secondo quanto riportato dalle rilevazioni di Eurostat 2018, i tratta del livello più alto in Ue. 

Se si tiene conto di altri fattori complementari al reddito, come la grave deprivazione materiale o delle famiglie monoreddito, le percentuali aumentano. Oltre la metà della popolazione sarebbe a rischio povertà o esclusione sociale: il 53,6% in Campania e il 51,6%.

In controtendenza la Calabria, che vede scendere il rischio povertà dal 36% al 32,7%, mentre in Italia l'indice di povertà diminuisce dal 28,9% al 27,3%.

Il Codacons così ha commenta i dati Eurostat: "Ci sono zone peggiori della Grecia e sinora nulla è stato fatto per rimediare".

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала