Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Francese Sylvie Goulard candidata commissaria Ue, bocciata dall’Euro Parlamento

Seguici su
Bocciata dal Parlamento europeo la candidatura di Sylvie Goulard come Commissaria al Mercato Interno e alla Difesa dell’Unione europea. Protesta il presidente francese Macron.

La squadra della presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen proprio non piace al Parlamento europeo. Sylvie Goulard, candidata Commissaria al Mercato Interno e alla Difesa dell’Unione europea, si è vista bocciare la candidatura dal Parlamento europeo non avendo passato l’elezione suppletiva di questa mattina, dopo essere già stata bocciata il 2 ottobre scorso.

Non la prima bocciatura, ma questa manda su tutte le furie il presidente della Francia Emmanuel Macron, di cui la Goulard è espressione essendo stata suggerita dal suo governo alla presidente von der Leyen.

Il presidente Macron è convinto che la sua candidata sia stata tratta in “un gioco politico che colpisce l’intera Commissione europea”. Adesso si riserverà di parlare direttamente con la presidente della Commissione per assicurarsi che sarà la Francia ad avere un commissario o una commissaria nell’importante posizione non affidata alla Goulard.

I perché della bocciatura di Sylvie Goulard Commissaria Ue

Sylvie Goulard è sotto inchiesta in Francia e all’Olaf (l’Ufficio europeo per la lotta antifrode) per aver usato impropriamente fondi europei nel 2017 con cui avrebbe remunerato un suo assistente. Guaio giudiziario che le era costato il ruolo di ministro dell’Interno della presidenza Macron.

Non solo, la candidata commissaria Goulard ha lavorato per 10mila euro al mese per la società dell’investitore Nicolas Berggruen, fondatore della società Berggruen Holdings.

Le domande che le sono state rivolte dai parlamentari prima del secondo voto “di appello”, sono state incentrate proprio sui guai giudiziari.

La Goulard, al termine dell’audizione non ha potuto fare altro che chiedere di valutare tutto il percorso che ha compiuto come politico e di non soffermarsi alle vicende giudiziarie. Ma non è bastato l’appello per scongiurare un esito quasi scontato.

Sylvie Goulard commenta via Twitter

La signora Goulard ha commentato via Twitter la decisione del Parlamento europeo:

“Prendo atto della decisione del Parlamento europeo, nel rispetto della democrazia. Ringrazio il Presidente della repubblica e Ursula von der Leyen per la loro fiducia e tutti i deputati che hanno votato per me”.

Il Partito popolare europeo ha votato contro

Contro la sua elezione il Partito popolare europeo (Ppe), i Verdi, Identità e Democrazia, i sovranisti dei Conservatori e riformatori europei, ma anche la sinistra radicale della Gue.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала