Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Migranti, cresce del 23% l'afflusso di irregolari dalla Turchia verso la UE

© REUTERS / Alkis KonstantinidisMigrante afghano in Grecia
Migrante afghano in Grecia - Sputnik Italia
Seguici su
Il numero di migranti che arrivano nell'Ue attraverso la Turchia è aumentato del 23% nel 2019 rispetto allo stesso periodo del 2018. Lo riporta la rete televisiva tedesca Welt, citando un rapporto interno della Commissione europea.

“Il numero totale di arrivi (di migranti, ndr) dalla Turchia all'Ue nel 2019 al momento è pari a 46.546”, afferma il rapporto, citato dalla Welt. Pertanto, il numero di arrivi rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente (37.837 persone) è cresciuto del 23%. Quasi 45mila persone, la maggior parte dei quali sono afghani, siriani e iracheni, sono rimaste in Grecia.

Nel rapporto viene sottolineato che nell'ambito dell'accordo tra Bruxelles ed Ankara, nei primi nove mesi del 2019 solo 120 persone sono state rimpatriate in Turchia.

“Il ritmo delle operazioni di rimpatrio dei migranti dalla Grecia alla Turchia è estremamente lento”, afferma il rapporto.

Nel mese di settembre  ministro degli Esteri greco Nikos Dendias ha convocato l'ambasciatore turco Burak Ozugergin ed ha espresso "l'estrema insoddisfazione della Grecia per l'aumento del flusso di migranti dalla Turchia". In quel periodo il numero di migranti nel campo di rifugiati Moria all’isola greca Lesbo aveva raggiunto la quota di 10.000 persone, suscitando proteste per le difficili condizioni di vita e scontri tra i clandestini.

Il presidente turco Recep Tayip Erdogan aveva dichiarato che la Turchia sarebbe “costretta ad aprire le porte” per l’Europa de senza un sostegno dovuto da parte dell’Ue. Il 9 settembre la portavoce della Commissione europea, Natasha Bertaud, ha constatato che alla Turchia è stata fornita l'assistenza finanziaria di 5,6 miliardi di euro sulla somma accordata di 6 miliardi per contrastare la crisi dei migranti.

L’accordo sui rifugiati

Sea Watch 3 - Sputnik Italia
Carola Rackete all'Europarlamento: "Nessun governo voleva i 53 migranti, neanche avessero la peste"
In un vertice svoltosi nel marzo 2016, Ankara e Bruxelles avevano raggiunto un accordo per adottare misure più severe contro i trafficanti di esseri umani e fermare l'immigrazione illegale attraverso il Mar Egeo. L’accordo prevedeva che la Commissione europea si impegnasse a stanziare 6 miliardi di euro per aiutare la Turchia a far fronte alla presenza di milioni di rifugiati nel Paese.

All'inizio del 2019, Erdogan ha criticato fortemente l'UE per non aver rispettato l'accordo ed ha affermato che la Turchia ha speso 35 miliardi di dollari per ospitare circa 4 milioni di rifugiati. A luglio, la Commissione europea ha adottato una nuova serie di misure di assistenza di 1,41 miliardi di euro per garantire sostegno dell'UE ai rifugiati e alle comunità ospitanti in Turchia.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала