Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Huthi affermano di aver catturato “qualche migliaio” di militari sauditi

© AP Photo / Hani MohammedTribù fedeli agli Huthi
Tribù fedeli agli Huthi - Sputnik Italia
Seguici su
La milizia yemenita del movimento Ansar Allah (Huthi) nei mesi scorsi ha preso in ostaggio qualche migliaia di soldati e ufficiali dell’Arabia Saudita nel corso di un’ampia operazione nei pressi di una città saudita di Najran, al confine con lo Yemen. Lo riferisce lo speaker degli Huthi Yahya Sarea.

"L'operazione militare su larga scala “Vittoria da Allah” in direzione di Najran. La più grande operazione contro le forze nemiche dopo lo scoppio delle aggressioni (2015), è durata diversi mesi (...) il risultato dell’offensiva è stato la disfatta di tre brigate nemiche, il sequestro di qualche centinaia di mezzi di trasporto e di blindati, la cattura di migliaia di militari delle forze nemiche, tra cui un gran numero di comandanti, ufficiali e soldati dell'esercito saudito”, ha dichiarato Saria in una trasmissione di un canale televisivo dei ribelli.

​Al momento l’Arabia Saudita non ha rilasciato conferme riguardo all’offensiva su larga scala degli Huthi.

Il 20 settembre il generale Yahya Sarea ha segnalato le operazioni contro la base aerea saudita “Re Khalid” situata presso Khamis Mushait, nel sud-ovest dell’Arabia Saudita. I militanti dell’Ansar Allah hanno bombardato con due droni Qasif-2K la base “Re Khalid”. Nello stesso giorno la coalizione con l’Arabia Saudita ha annunciato di aver avviato l'offensiva contro "obiettivi militari legittimi" nel nord della città di Hodeidah, in Yemen. Come hanno fatto sapere le fonti militari saudite, il motivo di una tale operazione sarebbe stato un attacco da parte delle milizie Huthi.

Guerra civile in Yemen

L’inizio del conflitto politico-militare in Yemen tra il governo e i ribelli Huthi del movimento sciita Ansar Allah risale al 2014. La guerra civile si è aggravata dopo che nel marzo 2015 una coalizione militare di Paesi arabi, guidata dall'Arabia Saudita, è intervenuta per sostenere le forze governative contro i ribelli.

Le parti in conflitto nello Yemen si sono incontrate per la prima volta a Stoccolma nel dicembre 2018 e hanno aperto un tavolo dei negoziati sotto l'egida dell'Onu, raggiungendo alcuni risultati importanti, tra cui lo scambio di diversi prigionieri e il cessate il fuoco proprio nella città portuale di Hodeida, oggi diventata nuovamente teatro degli scontri.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала