Mafia, Berlusconi indagato nell'inchiesta sulle stragi del 1993

© AP Photo / Luca BrunoSilvio Berlusconi
Silvio Berlusconi - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
L'ex premier risulta indagato nel procedimento penale aperto dalla procura di Firenze sulle stragi mafiose del 1993.

Silvio Berlusconi è ufficialmente iscritto nel registro degli indagati nel procedimento che si svolge a Firenze, nell'ambito dell'inchiesta per le stragi di mafia del 1993 nel capoluogo toscano, a Roma, e a Milano.

La certificazione ufficiale è stata depositata questa mattina nella cancelleria della seconda sezione della Corte d'assise d'appello di Palermo, che sta celebrando il giudizio di secondo grado sulla cosiddetta trattativa Stato-mafia.

Il Cavaliere è stato citato come teste dalla difesa del senatore Marcello dell'Utri, a sua volta imputato proprio nel processo d'appello sulla trattativa Stato-mafia.

Ora Berlusconi potrà avvalersi della facoltà di non rispondere, ma è ancora da stabilire quando il Cavaliere si presenterà in aula, dopo il suo rifiuto alla convocazione ricevuta per il 3 ottobre per via di impegni istituzionali a Bruxelles.

L'inchiesta su Berlusconi e sullo stesso Dell'Utri fu riaperta, dopo una precedente archiviazione, a seguito delle intercettazioni in carcere dei colloqui del boss di Brancaccio Giuseppe Graviano, che nominava l'ex premier in qualità di complice e mandante occulto degli eccidi in Continente.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала