Pubblicato video di Guaido con i signori della droga colombiani

Seguici suTelegram
Il governo venezuelano ha pubblicato un video che presumibilmente confermerebbe le prove del legame del leader dell'opposizione appoggiato dall'Occidente Juan Guaido con i famigerati signori e paramilitari colombiani della droga.

Venerdì, il ministro della Comunicazione e Informazione del Venezuela, Jorge Rodriguez, ha mostrato un video nel quale Guaido stringerebbe rapporti con i membri del sindacato criminale Los Rastrojos e un gruppo paramilitare durante un suo viaggio in Colombia a febbraio. Il filmato mostra un Guaido sorridente in posa con i presunti membri del cartello, mentre vengono portati da un SUV verso un elicottero.

Rodriguez ha affermato che il cartello ha facilitato il viaggio di Guaido, compresi i suoi incontri con la leadership colombiana, che lo sostengono apertamente. Una ONG colombiana aveva precedentemente pubblicato delle foto del leader dell'opposizione con dei presunti criminali, e immagini simili sono state successivamente pubblicate in Venezuela. Durante il briefing di venerdì, Rodriguez ha mostrato un'altra serie di foto simili di Guaido in posa con e mentre abbraccia vari uomini vestiti in modo casual, che il governo venezuelano identifica come membri di Los Rastrojos.

Tra gli uomini fotografati con Guaido c'è Ivan Posso Pedrozo, detto anche "Nandito", responsabile della logistica e delle finanze del cartello. È stato catturato dal Venezuela vicino al confine colombiano a settembre. Il governo ha pubblicato un video d'interrogatorio, in cui Pedrozo ha ammesso di aver organizzato il viaggio di Guaido attraverso la Colombia.

I gangster avevano pianificato di scatenare disordini lungo il confine come distrazione per fare entrare Guaido in Colombia, ha detto Rodriguez. Ha anche affermato che i criminali avrebbero scattato e conservato foto con il leader dell'opposizione come una "polizza assicurativa", in modo che il cartello potesse ricattare il politico nel caso fosse salito al potere in Venezuela.

Guaido respinge le accuse

Guaido ha negato di aver ottenuto aiuti da gruppi criminali e ha detto che i membri di questi gruppi si trovavano tra le centinaia di persone con cui ha posato per i selfie mentre attraversava il confine. Ha inoltre respinto le accuse di Rodriguez definendole "fake news" diffuse dal governo per calunniarlo.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала