Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Russia potrebbe esportare gas in UE senza contratto con Kiev

© Sputnik . Sergey SubbotinIndustria di depurazione del gas - Repubblica dei Komi
Industria di depurazione del gas - Repubblica dei Komi - Sputnik Italia
Seguici su
Bruxelles può offrire tale opzione alla parte russa. Per fare ciò, l'Ucraina deve adempiere all'obbligo di attuare l'europeo.

Bruxelles potrebbe offrire a Mosca di esportare gas all'Europa nel 2020 senza dover concludere un nuovo contratto con Kiev ai nuovi negoziati sul gas in programma per il 19 settembre. Potrebbe essere Gazprom a ricevere la capacità di esportazione nel sistema di trasporto del gas ucraino a breve e medio termine. Lo fanno sapere i media russi citando una fonte nel settore energetico dell'Ue.

Kiev, in quanto membro della Comunità europea dell'energia, si è impegnata ad applicare gli standard energetici europei nella sua legislazione. Questo significa che l'operatore del sistema di trasporto del gas in Ucraina, anche in assenza di un contratto, avrebbe dovuto mettere all'asta le proprie capacità di transito. Gazprom sarà in grado di acquistarle per effettuare consegne a breve e medio termine.

Il vecchio contratto

L'attuale contratto per il transito del gas russo attraverso l'Ucraina è valido fino al 31 dicembre 2019. La fine di questo contratto dovrebbe coincidere con il lancio della seconda linea del gasdotto Nord Stream-2. All'inizio di agosto, l'Unione europea ha invitato la Russia e l'Ucraina a concludere un nuovo accordo per un periodo di dieci anni.

Naftogaz ha anche parlato dell'intenzione di offrire alla parte russa un contratto decennale. Il direttore esecutivo della compagnia ucraina, Yuriy Vitrenko, ha osservato che Kiev vuole offrire a Gazprom la prenotazione di 60 miliardi di metri cubi di capacità di transito del sistema di trasporto del gas in Ucraina.

Vitrenko in seguito ha dichiarato che Kiev sta prendendo in considerazione un contratto alternativo, che non prevede il transito, ma uno “scambio di gas”. In base a questo accordo, la Russia trasferirà in Ucraina una certa quantità di gas alla frontiera e Naftogaz invierà la stessa quantità all'Unione europea.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала