Veicoli militari turchi entrano in Siria per pattugliamento congiunto con USA

Seguici suTelegram
Secondo i media, dei veicoli militari turchi hanno attraversato domenica il confine nord-est della Siria per il pattugliamento congiunto USA-Turchia; tuttavia, né la Turchia né gli Stati Uniti hanno commentato queste informazioni.

Sei veicoli battenti bandiera turca si sono uniti a blindati statunitensi a circa 15 chilometri a est della città di confine turca di Akcakale, a est dell'Eufrate vicino a Tel Abyad, in Siria, secondo l'Agenzia Anadolu.

In precedenza, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha confermato la sua intenzione di stabilire una "zona di sicurezza" nel nord-est della Siria insieme agli Stati Uniti entro la fine di settembre.

Erdogan ha dichiarato la scorsa settimana che il suo Paese non avrebbe ritardato la creazione di una "zona di sicurezza" in Siria e l'avrebbe istituita da solo se i colloqui con gli Stati Uniti non avessero portato alcun risultato.

Ad agosto, Ankara e Washington hanno concordato di creare una zona di sicurezza a est del fiume Eufrate che fungesse da zona cuscinetto tra il confine turco e le aree siriane controllate dalle milizie curde appoggiate dagli USA, che la Turchia considera terroristi.

Le tensioni tra Ankara e i curdi sono aumentate nel luglio 2015 quando un cessate il fuoco tra Turchia e il Partito dei Lavoratori del Kurdistan è fallito per una serie di attacchi presumibilmente commessi dai militanti di questo gruppo.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала